Nazionale, Antonio Conte è pronto all’esordio: “Non regalo niente a nessuno”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 settembre 2014 9:27 | Ultimo aggiornamento: 2 settembre 2014 9:28
Nazionale, Antonio Conte è pronto all'esordio: "Non regalo niente a nessuno"

Nazionale, Antonio Conte è pronto all’esordio: “Non regalo niente a nessuno” (LaPresse)

ROMA – Mancano 48 ore all’esordio sulla panchina della nazionale italiana di Antonio Conte.

Le sue emozioni sono raccolte da Sky Sport in un articolo che riportiamo di seguito per la nostra rassegna stampa online.

«Non devo mandare nessun messaggio, chi mi conosce sa benissimo qual è il mio modo di operare. Non regalo niente a nessuno». Così il ct azzurro Antonio Conte sulla mancata convocazione di Balotelli per il doppio impegno con Olanda e Norvegia.

«Le partite le abbiamo seguite tutte dal momento in cui sono diventato allenatore della Nazionale ed è stato convocato chi è stato osservato – commenta – oggi c’è questo gruppo di 26 ragazzi, nel momento in cui meriteranno di rimanere nel giro della Nazionale resteranno ma non è detto che chi ci sia oggi ci sia domani e che chi non c’è oggi non ci sia domani. A me non ha mai regalato niente nessuno, ho sempre faticato per arrivare dove sono arrivato. Non c’è preclusione nei confronti di nessuno».

L’Italia di Conte dovrà essere “orgogliosa, umile e cattiva” e alla fine del suo mandato il ct potrà dirsi contento se «si dirà che è una bella Italia, se riporteremo l’orgoglio di essere italiani, l’orgoglio di voler tifare la nostra Nazionale. Sarò contento se saremo stati d’esempio per tutta la nazione, al di là delle vittorie».

È questo il manifesto del nuovo commissario tecnico, in occasione del suo primo giorno di lavoro a Coverciano.

«È allarmante aver visto gare di prima fascia senza italiani in campo, o appena uno o due» dice Conte commentando la prima giornata di campionato. «La nazionale – ha aggiunto il ct – deve essere un traino per rilanciare il calcio, ma devono metterci nelle condizioni di riuscire».

«Osvaldo? Daniel ha qualche problema agli adduttori, oggi ha preferito non allenarsi, vedremo al massimo domattina come andrà, o ci dà la disponibilità o torna a casa e faremo un’altra convocazione di un altro attaccante» dice il ct azzurro a proposito dell’attaccante interista, arrivato a Coverciano non in perfette condizioni dopo la gara contro il Torino. Sul possibile nuovo convocato, Conte aggiunge: «Non mettiamo il carro davanti ai buoi, speriamo di recuperarlo, se non dovesse farcela ho in mente due alternative e sceglierò eventualmente domattina».

È iniziata in mattinata su uno dei campi del centro di Coverciano la prima seduta di allenamento della nuova Nazionale di Conte, attesa appunto dall’amichevole di giovedì a Bari contro l’Olanda e dal primo impegno di qualificazione a Euro2016 contro la Norvegia, in programma il 9 settembre a Oslo.

Al gruppo si sono aggregati questa mattina, poco dopo le 9, anche il portiere Salvatore Sirigu e il centrocampista Marco Verratti, impegnati domenica sera in Ligue 1 col Paris Saint Germain.

Ennesima operazione per Giuseppe Rossi che dovrà sottoporsi a un intervento di artroscopia diagnostica, comunica la Fiorentina, “al fine di risolvere gli attuali problemi di sovraccarico al ginocchio destro”. La decisione è stata presa dopo che Rossi è stato visitato a Londra dal professor Andrew Williams. L’intervento sarà eseguito in settimana.

(Guarda il video servizio di Sky Sport)