Software trova sul web le “bufale” e commenti negativi sui vaccini

Pubblicato il 14 Maggio 2013 - 03:02 OLTRE 6 MESI FA
Software trova le bufale sul web che parlano dei vaccini

Software trova le bufale sul web che parlano dei vaccini

ROMA, 13 MAG – Un sistema informatico può individuare ‘bufale’ e commenti negativi sul web riguardo ai vaccini in tempo reale in 144 paesi del mondo. A metterlo a punto e descriverlo sulla rivista Lancet Infectious Diseases è stato un gruppo di ricercatori guidato da Heidi Larson, della London School of Hygiene and Tropical Medicine, secondo cui il sofware può essere usato per identificare messaggi errati e programmare eventuali campagne informative.

Il software deriva da HealthMap, un programma usato per identificare focolai di malattie tramite le notizie su Web, ed è stato sperimentato tra maggio 2011 e aprile 2012. Delle oltre 10mila notizie e commenti trovati, il 69% era favorevole o neutro rispetto ai vaccini, mentre il 31% era negativo, nella maggior parte dei casi rispetto all’efficacia dei programmi di vaccinazione.

”Internet ha dato vita al proliferare di rumors non controllati e disinformazioni sui vaccini, che possono portare a una perdita di fiducia da parte della popolazione. Questo – scrivono gli autori della ricerca – può dar luogo anche allo sviluppo di focolai di malattie”. Fra i casi citati nell’articolo c’è una campagna per boicottare il vaccino antipolio in Nigeria nel 2003 che ha portato al ritorno della malattia in 20 Paesi dai quali era stata eradicata. ”Molto spesso i primi segni preoccupanti appaiono prima degli effetti maggiori – sottolineano gli autori – ma non si interviene subito perche’ non si vedono le possibili conseguenze”.