Batteri nello spazio hanno “fame”: per sopravvivere usano un kit genetico di emergenza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 novembre 2016 13:48 | Ultimo aggiornamento: 9 novembre 2016 13:48
Batteri nello spazio hanno "fame": per sopravvivere usano un kit genetico di emergenza

Batteri nello spazio hanno “fame”: per sopravvivere usano un kit genetico di emergenza

ROMA – Lo spazio non è fatto per i batteri. Un esperimento condotto in orbita sulla Stazione spaziale internazionale ha dimostrato che i batteri accusano la fame nello spazio e per riuscire a sopravvivere sono costretti a mutare il proprio Dna, utilizzando quello che può essere definito un kit genetico di emergenza. Gli astronauti e biologi a bordo della Iss hanno studiato e confrontato il Dna dei batteri costretti a vivere in un ambiente di microgravità con quelli rimasti sulla Terra, notando che per sopravvivere alla “carestia” mettono in atto una mutazione del proprio corredo genetico.

Lo studio è stato coordinato da Luis Zea, ricercatore della University of Colorado di Boulder, e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Plos One. I ricercatori hanno messo a confronto il Dna di comuni batteri Escherichia coli coltivati nei laboratori terrestri con quelli ritornati dalla Stazione spaziale internazionale. Hanno così scoperto che i batteri nello spazio ‘accendono’ una serie di geni che modificano il metabolismo: tra questi, ci sono i geni necessari alla produzione degli amminoacidi, quelli che favoriscono l’uso del glucosio e quelli che permettono di sfruttare altre risorse di carbonio alternative. Secondo i ricercatori, questa strategia potrebbe rappresentare una reazione alla ridotta disponibilità di glucosio, supportando l’ipotesi del ridotto movimento delle molecole nell’ambiente extracellulare in cui i batteri si trovano a vivere.

Lo stesso meccanismo potrebbe spiegare altri comportamenti anomali osservati in passato nei batteri ‘spaziali’, che in assenza di gravità tendono a moltiplicarsi più velocemente rispetto agli omologhi terrestri, diventando più pericolosi e meno sensibili agli antibiotici. Tutte informazioni preziose che in futuro potranno essere utili a migliorare la sicurezza degli astronauti impegnati in missioni di lunga durata.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other