Licenziati dal Consorzio, operai bloccano la Salerno Reggio Calabria tra Bagnara e Scilla

Pubblicato il 18 Gennaio 2011 - 09:31 OLTRE 6 MESI FA

L’autostrada Salerno-Reggio Calabria è stata bloccata, nelle prime ore del mattino di martedì 18 gennaio,  in entrambe le direzioni nel tratto compreso tra gli svincoli di Bagnara e Scilla a causa di una manifestazione di operai che hanno occupato la sede stradale all’altezza dello svincolo di Bagnara.

Gli operai protestano contro il loro licenziamento da parte del Consorzio Scilla, già impegnato nei lavori di ammodernamento dell’autostrada, e chiedono di essere assunti dal consorzio Sarc che ha ottenuto il nuovo appalto per l’ammodernamento del sesto macro-lotto dell’autostrada. Sul posto sono presenti le forze dell’ordine e personale dell’Anas per la gestione della viabilità e le indicazioni agli utenti dei percorsi alternativi.

I veicoli leggeri in direzione sud e in uscita a Bagnara vengono deviati allo svincolo di Sant’Elia, percorrono la statale 18 e rientrano sull’A3 allo svincolo di Scilla. Percorso inverso per i veicoli in direzione nord. Per i mezzi pesanti in direzione Reggio Calabria uscita obbligatoria a Rosarno, con deviazione sul percorso alternativo della strada statale 682 fino a Gioiosa Marina e innesto sulla statale 106 ”Jonica” fino a Reggio Calabria. Percorso inverso per i mezzi pesanti diretti a nord.

[gmap]