Touchscreen in auto per gestire Facebook. Così moriremo di più

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 settembre 2016 7:10 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2016 20:30
Touchscreen in auto per gestire Facebook. Così moriremo di più

Touchscreen in auto per gestire Facebook. Così moriremo di più

ROMA – Il sistema touchscreen che permette ai guidatori di controllare i propri profili sui vari social (Facebook, Twitter etc.) potrebbe rivelarsi una vera trappola mortale. Si teme che gli speciali schermi, che permettono di navigare su internet, possano diventare una distrazione troppo pericolosa, causando incidenti mentre si guida.

Questi schermi sono già disponibili nei modelli della Toyota, Audi e Honda, mentre Ford e Nissan si stanno preparando a metterli sul mercato il prossimo anno. Secondo una ricerca svolta dalle compagnie assicuratrici, il 90 per cento degli incidenti è causato da elementi di distrazione e, con uno schermo vero e proprio che permette l’accesso a Facebook e agli altri social, si teme che la percentuale possa aumentare.

“E’ chiaro che trasferire le app da un telefonino a uno schermo vero e proprio, potrebbe portare una distrazione enorme; se si riesce a dimostrare che i touchscreen sono pericolosi alla guida, andrebbero applicate delle restrizioni”, ha detto Gary Rae, esperto in sicurezza stradale.

Un recente studio, condotto dall’ Istituto per Motori Avanzati, ha dimostrato che un guidatore che non osserva lo schermo per due secondi e mezzo, riesce a percorrere circa 40 metri senza sapere dove sta andando.

I produttori di automobili, dal canto loro, insistono circa la sicurezza di questi schermi e spiegano che le app installate sono progettate per essere usate il minor tempo possibile, molte delle quali a comando vocale o controllate direttamente dal volante