Sicurezza: il governo prova a togliere le prostitute dalla strada col “foglio di via”

Pubblicato il 5 Novembre 2010 13:34 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2010 13:35

Il governo, approvando il pacchetto sicurezza presentato dal ministro degli Interni Roberto Maroni, prova a togliere le prostitute dalla strada. Un giro di vite in cui molte teste cadranno. Sarà infatti applicata la misura del foglio di via per chi esercita la prostituzione su strada violando le ordinanze dei sindaci in materia, ha precisato Maroni.

Inoltre il prefetto disporrà del concorso delle forze di polizia per assicurare l’attuazione delle ordinanze in materia di sicurezza urbana. In questo modo, ha spiegato il ministro, “si rafforza il ruolo dei sindaci: le ordinanze comunali, infatti, si sono spesso rivelate poco efficaci perché non c’era collegamento con le forze di polizia che dovevano attuarle. Si aumenterà così il livello di sicurezza nelle città”.

Se le prostitute dunque non dovessero rispettare le norme presentate dal sindaco della città in cui esercitano, saranno mandate via. Espulse le straniere, a casa le italiane. Per il momento della riapertura delle case chiuse nessuna traccia.