New York: è Bloomberg il più potente. Dopo di lui i signori di media e finanza

Pubblicato il 22 Dicembre 2010 16:52 | Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2010 17:27

Michael Bloomberg

Michael Bloomberg è il newyorkese più potente, ”l’uomo che non ha bisogno di essere presidente”. A incoronare il sindaco della Grande Mela è ‘The New York Observer’ stilando la classifica dei ‘150 newyorkesi che contano’. La medaglia d’argento va a Rupert Murdoch ”l’indiscusso re dei media di New York’, mentre quella di bronzo all’amministratore delegato di Goldman Sachs Lloyd Blankfein.

”Blankfein non solo ha tenuto Goldman a galla durante la recessione ma l’ha anche fatta tornare redditizia”.

Nella top ten di ‘The New York Observer’ figurano anche al quinto posto l’amministratore delegato di JPMorgan Jamie Dimon e al settimo quello di Citigroup Vikram Pandit. Decimo il presidente e cofondatore di Blackstone Steve Schwarzman.

Quarto si piazza il governatore-eletto Andrew Cuomo, l’uomo che piu’ volte ha sfidato Wall Street e il mondo della finanza su vari fronti: l’ultima in ordine temporale è la causa avviata nei confronti di Ernst & Young per il ruolo giocato nel fallimento di Lehman Brothers.

Della classifica fanno parte anche Bill e Hillary Clinton (dodicesima posizione), Donald Trump (diciannovesimo posto), Anne Wintour, la direttrice di Vogue (57° posto), Meredith Whitney, la famosa analista di Wall Street (118^ posizione) e Sarah Jessica Parker, la Carrie di Sex and the City (127^ posizione). Chiude la classifica Lady Gaga.

[gmap]