Calciomercato Inter: Lavezzi, Destro, Gomez. Le trattative

Pubblicato il 15 Maggio 2012 9:56 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2012 9:56

Moratti (LaPresse)

MILANO  –  Calciomercato Inter: Lavezzi, Destro, Gomez; le trattative aggiornate al 15-05-2012, Marco Branca, uomo mercato del club di Massimo Moratti, sta cercando attaccanti di livello internazionale per completare la rosa neroazzurra.

L’obiettivo numero uno è il Pocho Lavezzi. L’attaccante del Napoli è in rotta con la società campana: Lavezzi non ha gradito i fischi da parte dei tifosi nei suoi confronti. L’attaccante argentino sta trattando con l’Inter e con il PSG di Carlo Ancelotti e Leonardo.

L’Inter, nel frattempo, sta sondando altre due piste; la prima porta a Mattia Destro, ex giovane del vivaio neroazzurro, e la seconda a Mario Gomez, centravanti del Bayern Monaco. Il club tedesco ha deciso di trattenere Arjen Robben e Frank Ribery e per questo motivo potrebbe valutare offerte per il suo attaccante.

”Partiremo dalle conferme di chi merita di restare”, parola di Massimo Moratti. Il presidente dell’Inter si prende qualche giorno per pensare al futuro visto che, a campionato finito, c’e’ piu’ tempo per riflettere. ”In questa stagione c’e’ stata piu’ di una situazione negativa. Tutta esperienza – prosegue Moratti -. Le colpe? Un insieme, ma mi sembra che i giocatori la volonta’ ce l’abbiano messa sempre”.

Cosi’ come Andrea Stramaccioni. Da lui si riparte, dal giovane tecnico romano.        Il resto, squadra e club, sono ancora avvolti dall’incertezza. ”Non e’ che oggi si fa tutto. Si devono capire le opportunita’ che ci sono e quello che si puo’ fare”. Oramai la sconfitta contro la Lazio e’ stata incassata, l’Inter e’ arrivata all’Olimpico sesta e sesta e’ rimasta dopo la partita. Moratti commenta dispiaciuto che ”il primo tempo e’ stato bellissimo, poi ci sono stati i soliti 2-3 minuti in cui la squadra ha preso due gol, che con l’esperienza che abbiamo, mi e’ sembrato strano prendere. Era una gara da chiudere prima”. E invece, come spesso e’ successo quest’anno, l’Inter e’ andata in cortocircuito, pagando puntualmente con una sconfitta.

Nonostante tutto all’Inter restano ottimisti, cosi’ come lo e’ Stramaccioni: ”L’Inter ha un progetto chiaro, poi il presidente decidera’, come, quando e dove comunicarlo. Lo sento sempre, ha le idee chiarissime”, spiega. ”L’Europa League non e’ la Champions – aggiunge l’allenatore premiato al premio Ussi a Roma -, ma e’ sempre l’Europa. Ci sara’ il Chelsea, forse, il Liverpool e tanti altri club importanti”. Sul futuro, il tecnico rimette la decisione nella mani di Moratti: ”Spetta al presidente dirlo”.

L’ultima parola e’ sempre di Moratti, anche e soprattutto sul mercato. Nei prossimi giorni dovrebbe esserci un summit per discutere di rinnovi, di cessioni e di acquisti. Moratti resta sulle sue. Il presidente alla domanda ‘Nel futuro Lavezzi e Destro?’, sorridendo al cronista, risponde: ”La lascio andare avanti”.

E’ invece chiaro il futuro di Cristian Chivu. ”Siamo un po’ lontani tra quello che chiediamo e cio’ che ci offre l’Inter – dice Becali, l’agente del giocatore -. Probabilmente si andra’ verso il divorzio”. Lo stesso dovrebbe accadere tra Zarate e l’Inter. L’argentino dovrebbe tornare a Roma, i nerazzurri non hanno intenzione di riscattarlo alle cifre chieste dalla Lazio. Restera’ a Milano Guarin. Incerto il domani di Forlan.

”Si e’ speculato tanto sul mio futuro, ma non c’e’ nulla di vero. Ho ancora un anno di contratto, con opzione per il successivo, intendo rispettarlo. Non ho nessuna voglia di andarmene, a meno che i dirigenti abbiano intenzione di cedermi”, ha detto l’attaccante a Radio Nuevo Tiempo.