Calciomercato Napoli, Mazzarri: pranzo per dire addio ai calciatori?

Pubblicato il 14 Maggio 2013 21:34 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2013 21:34

Mazzarri (LaPresse)

NAPOLI – Aspettando domani, a Napoli è, almeno apparentemente, tutto fermo. Il centro di Castel Volturno e’ chiuso per mancanza di addetti. Walter Mazzarri, dopo la vittoria di domenica con il Siena, ha infatti concesso due giorni di riposo ai calciatori.

Ci si ritrovera’ domani, ma sara’ comunque una giornata piena di distrazioni con pranzo e cena fuori ordinanza. Il tecnico portera’ i calciatori e gli uomini dello staff al ristorante. Non si capisce, vista la cortina di silenzio che circonda l’ allenatore, se si trattera’ di un saluto o se, invece, e’ soltanto un modo per chiudere l’annata in compagnia ed in allegria.

In serata sara’ invece il turno di De Laurentiis. Di nuovo tutti in tavola in un ristorante della zona collinare. In questo caso, il dato e’ certo, si tratta della consueta cena di fine anno alla quale il presidente invita tutti, giocatori, tecnici, staff sanitario, collaboratori. De Laurentiis trovera’ anche lo spazio per incontrare Mazzarri, al riparo da occhi ed orecchie indiscrete e tentare nuovamente di convincerlo a rimanere sulla panchina azzurra? E’ probabile, ma sull’esito di un eventuale incontro tra i due e’ meglio non fare pronostici.

Incastonato negli impegni gastronomici ci sara’ anche un allenamento in preparazione della partita che domenica sera il Napoli dovra’ giocare all’Olimpico contro la Roma.    A Napoli l’attenzione generale e’ incentrata piu’ che su questo impegno, sul destino di Mazzarri e Cavani. La partenza del tecnico viene data ormai per certa, quasi sicuramente con destinazione Roma.

Le voci parlano di un De Laurentiis scatenato nella ricerca del sostituto dell’allenatore che ha guidato il Napoli per quattro anni, portando la squadra per due volte in Champions e, questa stagione, anche al secondo posto in classifica in campionato. In questa fase si fanno tanti nomi: da Allegri a Guidolin, da Benitez a Mancini, per non parlare di Pioli e di Montella. Certo una soluzione si trovera’ ma al momento il problema della panchina e’ per De Laurentiis la madre di tutte le battaglie di mercato.

Appena risolto il rebus verra’ poi il momento di Cavani. E non sara’ un’estate facile. Ora che si potrebbero godere la conquista della Champions League, i tifosi partenopei sono invece costretti a rimanere sulla corda. De Laurentiis chiede fiducia e domenica nel suo discorso al popolo dal terreno di gioco ha rassicurato tutti. Ma per il momento il morale della gente e’ sotto i tacchi.