Celtic, Anthony Stokes ha picchiato sosia Elvis Presley

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2013 12:34 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2013 12:35
Nella foto LaPresse, il mitico Elvis Presley

Nella foto LaPresse, il mitico Elvis Presley

DUBLINO, IRLANDA – Il centravanti  del Celtic Anthony Stokes è nella bufera  con l’accusa  di aver picchiato  un sosia di Elvis Presley  in un night di Dublino.

Anthony Bradley, sosia più famoso  del re del rock’n’roll, ha raccontato di essere stato picchiato  da Stokes nelle prime ore di sabato nel noto locale di Dublino  e di essere uscito ‘sconfitto’  dalla zuffa  con il  calciatore del Celtic, rimediando una frattura al naso e un dente scheggiato. La polizia irlandese ha aperto un’inchiesta in merito.

Il sosia di Presley,  ricoverato in ospedale per ricevere le cure necessarie, ha denunciato il fattaccio  alla polizia irlandese.
Stando alle prime testimonianze raccolte dai tabloid, la lite violenta sarebbe nata dopo  un drink versato addosso a Bradley da un amico di Stokes.
“Anthony si trovava in quel night  perché è amico di uno dei musicisti della band che suona lì – avrebbe confidato un amico di Bradley -, l’intero incidente è stato filmato dalle telecamere della CCTV”.
Il Celtic ha rilasciato subito un comunicato ufficiale per calmare le acque:
“Non è vero che Stokes è stato cacciato dal locale”.
Ma gli agenti irlandesi  hanno confermato che è in corso un’indagine su quanto è successo.