Finale Coppa Italia Lazio-Roma: stessa data, stessa ora? Boh. Piano separa-tifosi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Aprile 2013 20:31 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2013 20:44
Finale Coppa Italia Roma-Lazio: nessuna decisione sullo spostamento di data o orario. Piano per dividere le due tifoserie

foto LaPresse

ROMA – Nessuna decisione al momento dalla prefettura di Roma sull’eventualità di uno spostamento di data o di orario della finale di Coppa Italia, il derby Lazio-Roma, fissata dalla Lega di serie A per la sera del 26 maggio. Prefettura e questura sono in attesa di una risposta della Lega alla lettera inviata dal prefetto dopo gli scontri del derby dell’8 aprile.

Alla prima riunione organizzativa dell’Osservatorio hanno partecipato oltre ai vertici dell’organismo del Viminale anche il questore di Roma, il direttore generale della Lega, rappresentanti del Coni, della Figc della Roma e della Lazio.

Come primo argomento, sottolinea l’Osservatorio, è stata affrontata la questione della vendita dei biglietti, sulla quale c’è stata una ”larga intesa”. I primi biglietti saranno posti in vendita, in una prima fase, ai tifosi fidelizzati in possesso di abbonamento, per poi proseguire con tutti i possessori di fidelity card rilasciate in maniera conforme al ”programma tessera del tifoso”. Questa modalità di vendita avverrà mediante ”caricamento” elettronico dei tagliandi sulle card e, pertanto, non comporterà la stampa di biglietti cartacei.

Si è poi discusso della sicurezza e si è chiesto alla Lega di presentare un piano che preveda la divisione dei tifosi delle due squadre fin dalle fasi di avvicinamento all’Olimpico. Il piano sarà poi posto al vaglio delle autorità di pubblica sicurezza, che potranno così decidere le misure organizzative.

Queste le parole di Marco Brunelli, direttore generale della Lega di Serie A: “L’orientamento della Lega, in quanto organizzatrice dell’evento, è quello di mantenere la gara nel giorno e nell’orario prestabilito, ma evidentemente non siamo gli unici soggetti a poter esprimere valutazioni in merito”.

“Lo spirito che abbiamo trovato attorno al tavolo dell’Osservatorio ci rende molto fiduciosi sul fatto che si possa arrivare a disputare la finale nel miglior modo possibile – ha spiegato Brunelli – Noi, insieme alle due società, abbiamo garantito il massimo di collaborazione a qualsiasi tipo di iniziativa per costruire un percorso che possa aiutare a creare il clima ideale per disputare una gara che rappresenta è una occasione straordinaria di sport per la città di Roma”.

“Credo che i dettagli e i contenuti di questo percorso verranno ufficializzate all’inizio della prossima settimana per poter mettere in moto la macchina organizzativa – ha aggiunto il dg della Lega – Le due società, comunque, sono assolutamente disponibili a fare tutto quello che è nelle loro possibilità per creare le condizioni affinché l’evento si giochi quando e come si deve giocare, come accadrebbe in qualsiasi altra parte del mondo. Non è quindi da escludere che il derby resti di sera, ma dobbiamo completare tutta una serie di valutazioni”.