Anticipi Serie A: Lazio in rimonta sul Cagliari (2-1), Catania e Torino solo 0-0

Pubblicato il 5 Gennaio 2013 23:13 | Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio 2013 23:15
Formazioni Serie A: Lazio-Cagliari e Catania-Torino

La Lazio di Petkovic ha vinto 2-1 contro il Cagliari (LaPresse)

ROMA – Tutto su Lazio-Cagliari 2-1 e Catania-Torino 0-0, anticipi della diciannovesima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

Il 2013 della Lazio inizia nel segno della vittoria e delle polemiche. La squadra biancoceleste si impone per 2-1 in rimonta sul Cagliari, affossato dalle discutibili decisioni nel finale dell’arbitro Orsato.

Al gran gol di Marco Sau rispondono Konko ed Antonio Candreva dagli 11 metri, la compagine di Petkovic si conferma seconda forza del campionato e si porta a -5 dalla Juve capolista.

Cagliari alla sesta sconfitta di fila e sempre più in crisi di risultati. La  squadra di Pulga e Lopez esce comunque a testa alta dall’Olimpico dopo una prestazione di grande livello.

Da rivedere l’arbitraggio di Orsato, che concede un rigore generoso a Klose per il 2-1 decisivo e lascia in 9 i rossoblu per le espulsioni di Agazzi e Cossu.

La Lazio parte subito forte e al 17′ sfiora  il vantaggio con un destro potente di Hernanes che si infrange sulla traversa. Il Cagliari però è ben messo in campo e gioca con grande personalità.

Al 18′ impressionante progressione di Ibarbo sulla destra, il colombiano mette in mezzo rasoterra per Sau, che a sua volta serve Nainggolan davanti a Marchetti: la risposta in uscita del portiere è determinante, sulla linea Dias sbroglia la matassa. Al  32′ viene espulso per proteste il tecnico del Cagliari Pulga, che concede il bis dopo la Juventus.

Al 38′ occasionissima per Klose, che elude il fuorigioco e supera in uscita Agazzi ma sbaglia di poco la conclusione.

Ripresa che inizia ancora nel segno della  Lazio, che sfiora il vantaggio con una sfortunata deviazione di testa del difensore ospite Del Fabro che finisce sul palo. Al 58′ ci prova ancora Klose, ma al 61′ è il Cagliari a passare. Sau riceve ai 18 metri, la chiusura di Dias è timida, l’attaccante ne approfitta e beffa Marchetti con un preciso diagonale di destro.

La reazione della  Lazio è furibonda, il neo entrato Candreva impegna subito la retroguardia di casa aiutata nel frangente da un monumentale Nainggolan in ripiegamento. Poi ancora Candreva costringe Agazzi al calcio d’angolo. Sul tiro dalla bandierina la Lazio trova il pareggio: Biava prolunga di testa sul secondo palo per l’inserimento di Konko che da due passi firma l’1-1. Primo gol in biancoceleste per il difensore transalpino.

La svolta della partita all’82’: Orsato concede un rigore per un intervento di Agazzi in uscita su Klose. Nell’occasione il direttore di gara espelle il portiere sardo per doppia ammonizione e subito dopo Cossu per proteste. Dal dischetto si presenta a sorpresa Candreva che batte con freddezza il secondo portiere rossoblu Avramov. La gara di fatto si chiude qui, nel finale i sardi sono ormai stremati e in doppia inferiorità numerica non possono più nulla.

Termina senza reti il primo anticipo di Serie A del 2013. Allo stadio Massimino, Catania e Torino pareggiano 0-0 al termine di una partita nervosa e in cui non sono mancate le occasioni e le emozioni.

Un risultato importante soprattutto per i granata, che si confermano difficili da battere in trasferta. La squadra di Ventura sale a 20 punti in classifica e prova ad allontanarsi dalla zona calda. Catania che invece sale a 26 alla pari del Parma, perdendo l’opportunità di superare il Milan al settimo posto.

Gara che inizia subito in salita per i padroni di casa: Lodi, forse nervoso per le voci di mercato che lo vogliono vicino all’Inter, si fa espellere al 13′ per un duro fallo di reazione ai danni di un avversario.

Poco dopo è Andujar a salvare il risultato su un tiro dal limite. Il Torino però non approfitta  della superiorità numerica e  subisce le iniziative rossoazzurre.

Al 22′ Bergessio spara sulla traversa un calcio di rigore concesso per un fallo in area di Vives ai danni di Izco. L’argentino si presenta dal dischetto proprio in assenza di Lodi espulso. Catania che domina e che sfiora il gol ancora al 39′ con Bergessio che conclude male  solo davanti a Gillet.

Nell’intervallo Ventura striglia i suoi e nella ripresa si vede un Torino più convinto. La partita continua a farla il Catania che anche in 10 dimostra una invidiabile condizione atletica.

Maran si gioca la carta Castro al posto del deludente Bergessio. Al 66′ primo vero sussulto granata, con Cerci che sfiora  il vantaggio con un sinistro a giro che esce di poco a lato. La partita si innervorsisce, soprattutto a bordo campo per la terna arbitrale è difficile tenera a bada la panchina etnea.

Al 73′ si fa vedere Castro che di sinistro calcia rasoterra, ma Gillet è attento. Ci prova su punizione anche Barrientos, ma la palla termina fuori.

Nel minuti finali sono però i granata a sfiorare il colpaccio con un sinistro ravvicinato del neo entrato Verdi. La gara termina con l’espulsione  dalla panchina di Maran e dell’allontanamento del presidente Pulvirenti, non soddisfatti dell’arbitraggio di Bergonzi.

Lazio – Cagliari 2-1 Marco Sau 61′ (C), Konko 79′ (L) e Candreva 86′ su rigore (L).

LAZIO (4-1-4-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu; Ledesma; Mauri, Gonzalez, Hernanes, Lulic; Klose. A disp.: (Bizzarri, Carrizo, Ciani, Diakitè, Scaloni, Cavanda, Brocchi, Candreva, Cana, Floccari, Rozzi, Kozak) All. Petkovic

CAGLIARI (4-4-2): Agazzi; Perico, Rossettini, Del Fabro, Avelar; Dessena, Conti, Nainggolan, Ekdal; Ibarbo, Sau. A disp.: (Avramov, Camilleri, Murru, Cossu, Eriksson, Casarini, Ceppelini, Nenè, Thiago Ribeiro) All. Pulga-Lopez

Arbitro: Orsato di Schio (assistenti: Meli-Preti; assistenti di porta: Mazzoleni-Velotto; IV°: Grilli)

Catania – Torino 0-0.
Francesco Lodi espulso al 13′ per un fallo di reazione su Riccardo Meggiorini. Gonzalo Bergessio ha fallito un rigore al 23′: la sua conclusione dagli undici metri si è stampata sulla traversa a Gillet battuto. 

CATANIA (4-3-3): Andujar; Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Lodi, Almiron; Barrientos, Bergessio, Gomez. A disp.: Frison, Terracciano, Potenza, Rolin, Augustyn, Capuano, Paglialunga, Ricchiuti, Salifu, Castro, Doukara, Keko. All. Maran
TORINO (4-2-4): Gillet; Darmian, Rodriguez, Glik, D’Ambrosio; Gazzi, Basha; Cerci, Bianchi, Meggiorini, Birsa. A disp.: Gomis, Agostini, Masiello, Di Cesare, Caceres, Suciu, Brighi, Vives, Stevanovic, Vives, Sgrigna. All. Ventura.