Formazioni Serie A: Inter-Juventus, Napoli-Atalanta e Torino-Milan

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 settembre 2013 11:56 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2013 11:58
Formazioni Serie A: Inter-Juventus, Napoli-Atalanta e Torino-Milan (LaPresse)

Formazioni Serie A: Inter-Juventus, Napoli-Atalanta e Torino-Milan (LaPresse)

ROMA – Le probabili formazioni della terza giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

Le partite verranno disputate in orari diversi. Il derby d’Italia tra Inter-Juventus alle ore 18, Napoli-Atalanta e Torino-Milan alle ore 20.45.

Inter-Juventus:

Inter (3-5-1-1): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan, Guarin, Cambiasso, Taider, Nagatomo; Alvarez; Palacio
A disp.: Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Pereira, Wallace, Rolando, Samuel,Kovacic, Kuzmanovic, Icardi, Belfodil, Milito All. Mazzarri
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Chivu, Zanetti

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Vucinic 
A disp.: Storari, Citti, De Ceglie, Ogbonna, Peluso, Motta, Padoin, Isla, Giovinco, Llorente, Quagliarella. All.: Conte
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Caceres, Marchisio, Pepe, Rubinho

Quello che andrà in scena a San Siro tra Inter e Juventus sarà il derby d’Italia più precoce di sempre nella storia della serie A su girone unico, il terzo della storia nel mese di settembre dopo il doppio successo nerazzurro nei tornei 1938/39 ed 1989/90, sempre a Milano. In due occasioni il calendario della serie A ha messo di fronte nerazzurri e bianconeri in settembre, sempre lo stesso giorno: il 17.

Nel 1939 fu 4-0 nerazzurro con doppiette di Frossi (al 63′ e 69′) e Guarnieri (al 67′ e 74′), nel 1989 fu 2-1 con gol di Matthaus (36′), Klinsmann (46′) e Marocchi (58′). Porta la firma di Muriel al 66′ di Inter-Udinese 2-5 del 19 maggio scorso in campionato, l’ultima rete subita dai nerazzurri in gare ufficiali.

Nelle prime due partite dell’era-Mazzarri, la porta nerazzurra è blindata, con vittorie casalinghe per 4-0 sul Cittadella (coppa Italia) e 2-0 a spese del Genoa (campionato) e 3-0 a Catania (in serie A). La Juventus, tra vecchia e nuova stagione, segna in campionato da 15 giornate, per un totale di 26 marcature.

Ultimo digiuno bianconero il 16 febbraio scorso, 0-1 a Roma contro i giallorossi. 200/a gara da professionista per Sebastian Giovinco, che ha vestito le maglie di Juventus, Empoli e Parma, sommando finora 167 gettoni in serie A, 3 in B, 11 in coppa Italia, 17 nelle coppe europee ed 1 in altri tornei. L’esordio risale al 12 maggio 2007, Juventus-Bologna 3-1 di serie B.

Torino-Milan.

Torino (3-5-2): Padelli; Darmian, Bovo, Moretti; D’Ambrosio, Brighi, Vives, Farnerud, Pasquale; Cerci, Immobile
A disp.: Berni, Gomis, Rodriguez, Glik,  Maksimovic, Scaglia, Basha, El Kaddouri, Bellomo, Larrondo, Meggiorini. All.: Ventura
Squalificati: Gazzi (fino a metà ottobre), Barreto (fino a metà ottobre), Gillet (2017)
Indisponibili: Masiello

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Zaccardo, Mexes, Zapata, Emanuelson; Montolivo, De Jong,Muntari; Kakà; Robinho, Balotelli
A disp.: Amelia, Coppola, Constant, Vergara,  Cristante, Nocerino, Birsa,PoliMatri. All.: Allegri
Squalificati: nessuno
Indisponibili:
 Pazzini, De Sciglio, Bonera, Abate, Silvestre,  El Shaarawy

L’ultima vittoria casalinga del Torino contro il Milan coincide anche con l’ultima assoluta dei granata che non hanno più sconfitto i rossoneri nelle successive 9 sfide ufficiali: score di 3 pareggi e 6 successi rossoneri.

La vittoria citata fu ottenuta il 4 novembre 2001, in serie A, per 1-0 grazie ad un gol di Cristiano Lucarelli al 27′. La sconfitta del Milan costò la panchina a Fatih Terim, cui subentrò Carlo Ancelotti.

Ventura mai vittorioso nei 7 precedenti ufficiali contro Allegri: in bilancio 1 pareggio e 6 successi del mister rossonero. Christian Abbiati, ex granata (38 presenze in gare ufficiali nella stagione 2006/07), festeggia all’Olimpico le 300 presenze in serie A, dove ha debuttato il 17 gennaio 1999, Milan-Perugia 2-1. Le maglie da lui indossate in massima divisione sono state quelle di Milan, Juventus e Torino.

Napoli-Atalanta.

Napoli (4-2-3-1): Reina; Mesto, Britos, Cannavaro, Armero; Dzemaili, Inler; Callejon,Mertens, Insigne; Higuain
A disp.: Rafael, Colombo, Albiol, Maggio, Fernandez, Zuniga, Behrami, Hamsik, Radosevic, Pandev, Zapata. All.: Benitez
Squalificati: nessuno
Indisponibili: nessuno

Atalanta (3-5-1-1): 
Consigli; Stendardo, Yepes, Lucchini; Raimondi, Migliaccio, Cigarini, Carmona, Del Grosso; Bonaventura; Denis
A disp.: Polito, Brivio, Nica, Kone, Canini, Baselli, Gargliardini, Moralez, De Luca, Marilungo, Livaja, Brienza. All.: Colantuono
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Giorgi, Cazzola, Bellini

Napoli imbattuto in casa, nel 2013, nelle 11 gare di campionato disputate: 9 vittorie e 2 pareggi lo score azzurro, con ultimo ko inflitto dal Bologna, che il 16 dicembre 2012 si impose per 3-2. Il Napoli segna, tra vecchia e nuova stagione, da 12 gare ufficiali consecutive, per un totale di 33 gol. Ultimo digiuno il 10 marzo scorso Chievo-Napoli 2-0 in campionato.

Carlos Carmona, autore di sole 3 reti da quando è approdato in Italia, ne ha segnate ben due al Napoli: una ha deciso il match di andata a Bergamo il 31 ottobre scorso (1-0 atalantino), l’altra venne segnata l’11 aprile di un anno fa, quando i nerazzurri sbancarono 3-1 il San Paolo.