Spagna-Italia 1-0: Pedro gol, Paletta esordio positivo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 marzo 2014 0:14 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2014 0:16
Cesare Prandelli, allenatore dell'Italia (foto LaPresse)

Cesare Prandelli, allenatore dell’Italia (foto LaPresse)

MADRID, SPAGNA – Ancora una volta l’Italia si deve inchinare al potere spagnolo.

Gli azzurri escono dal ‘Calderon’ di Madrid con una sconfitta. Le Furie Rosse si impongono per 1-0 grazie ad una rete di Pedro nella ripresa.

Gli azzurri subiscono per lunghi tratti le iniziative degli iberici e non riescono a sfruttare due buone occasioni, targate Cerci ed Osvaldo. In difesa c’è dal primo minuto l’esordiente Paletta.

La prestazione del giocatore del Parma risulterà alla fine positiva. In attacco, spazio al già citato fantasista del Torino e ad Osvaldo con il supporto di Candreva a completare il tridente. Nelle file spagnole spicca Diego Costa, al debutto dopo il caso innescato dal ‘no’ alla Selecao.

Prima del match, commovente omaggio del ‘Calderon’ a Luis Aragones, ct della Spagna campione del mondo nel 2010.

In campo, subito un lampo azzurro: al 4′, discesa pericolosa di Cerci che supera Ramos e tenta il tiro cross: la palla centra il palo interno e finisce tra le braccia di Casillas.

La risposta delle Furie Rosse è in un destro di Pedro dal limite con respinta di un attento Buffon. La Spagna tiene come da copione l’iniziativa, ma gli uomini di Prandelli riescono a contenerla con ordine. Pericolo per gli azzurri con un’iniziativa di Fabregas, che anticipa il portiere della Juventus ma spedisce a lato. Ancora Buffon è chiamato a respingere con i pugni il destro di Iniesta.

Break dell’Italia con Osvaldo che, servito da Marchisio, si sbarazza di Javi Martinez e tenta il sinistro a giro che però non crea grattacapi a Casillas. Buonissima occasione sciupata dall’Italia. Nella ripresa le due nazionali vengono ridisegnate dai cambi: tra gli altri, Pirlo rileva il posto di Candreva.

La nostra Nazionale non può concedersi relax in difesa: ad impegnare Buffon stavolta è Thiago Alcantara con un destro ravvicinato. Il numero uno bianconero è strepitoso nello scegliere bene il tempo dell’uscita. Sugli sviluppi del successivo angolo, prova il tiro Silva, ma la mira non è buona.

Al 18′ la Spagna sblocca il risultato: Paletta anticipa in area Silva, servito da Iniesta di tacco, la palla arriva a Pedro che batte Buffon con un preciso sinistro.

La replica azzurra è nell’acrobazia di Paletta, sugli sviluppi di una punizione di Pirlo, che quasi costringe all’autorete Albiol. Prandelli prova a dare nuova linfa all’attacco gettando nella mischia Immobile, che sostituisce il compagno in granata Cerci, e Destro, dentro per Osvaldo.

Ma è ancora una mai sazia Spagna nel finale a sfiorare il raddoppio con una conclusione mancina del neo entrato Cazorla, deviata da Abate.

Le formazioni ufficiali 

SPAGNA (4-3-3): 1 Casillas, 5 Juanfran, 2 Albiol, 15 Sergio Ramos, 18 Jordi Alba, 14 Xabi Alonso, 8 Xavi, 16 Busquets, 6 Iniesta, 9 Diego Costa, 21 Silva (12 Victor Valdes, 4 Javier Martinez, 3 Azpilicueta, 3 Koke, 7 Thiago Alcantara, 22 Navas, 20 Cazorla, 10 Fabregas, 11 Negredo, 19 Rodriguez 23 Reina). All. Del Bosque.

ITALIA (4-3-2-1): 1 Buffon, 2 Maggio, 14 Paletta, 15 Barzagli, 4 Criscito, 18 Montolivo, 5 Thiago Motta, 8 Marchisio, 25 Cerci, 6 Candreva, 10 Osvaldo (12 Sirigu, 13 Astori, 3 Chiellini, 20 De Sciglio, 7 Abate, 19 Bonucci, 23 Giaccherini, 21 Pirlo, 16 Parolo, 21 Verratti, 9 Immobile, 11 Gilardino, 17 Insigne, 22 Destro, 26 Perin). All. Prandelli Arbitro: Aranovskiy (Ucr).

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other