Francia, Platini: “Domenech il problema della Nazionale”

Pubblicato il 23 Aprile 2010 15:28 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2010 15:28

Raymond Domenech

Nella nazionale di calcio francese “c’é un problema Raymond: questo è certo”. Parola del presidente dell’Uefa Michel Platini, riferendosi al Ct dei Bleus Raymond Domenech in un’intervista al gruppo Hersant Media. “Un problema di personalità, non tecnico”, aggiunge Platini, secondo cui è altamente improbabile che la Francia possa vincere il mondiale di Sudafrica 2010. “Nel gruppo ci sono delle buone individualità, ma bisogna essere chiari, non ne emergono di grandi. Penso semplicemente che la Francia abbia perso una grande generazione.

Oggi non è la migliore squadra del mondo, né tantomeno tra le tre migliori squadre del mondo: fa parte di quelle squadre come l’Argentina, la Germania, l’Italia, il Portogallo, l’Olanda, che saranno difficili da sconfiggere”. Tornando a Platini, Domenech dice che il ct francese “é stato pessimo, soprattutto dopo l’Euro 2008, con il suo annuncio (la richiesta di matrimonio a una giornalista francese,ndr.) che ha irritato tutta la Francia.

Lo sa, lo ha riconosciuto, ha fatto una scemenza. Dopo tutto – conclude – quando si allena la nazionale di Francia si deve rispondere a tutta la famiglia del calcio francese”. In passato, il presidente dell’Uefa si era tuttavia pronunciato per il mantenimento di Domenech alla guida dei Bleus anche dopo l’Euro 2008. “Ero favorevole a tenerlo, perché penso che le transizioni si debbano fare con dolcezza”, conclude Platini.