Il Parma vince ai punti: il Lecce prende i tre punti

Pubblicato il 3 Febbraio 2011 20:30 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2011 20:30

PARMA- Ai punti la sfida del Tardini non avrebbe avuto storia: vittoria al Parma, onore delle armi al Lecce. Il calcio pero’ non e’ la boxe e i tre punti vanno dritti dritti nelle mani dei salentini.

Con un gol di Chevanton, al 47′ del secondo tempo, De Canio sbanca Parma e vola a piu’ tre dalla zona retrocessione. Nel giorno della sua centesima presenza con la maglia del Lecce, ‘Cheva’ torna a segnare al Tardini, dove aveva siglato il suo primo gol italiano, e presenta le scuse ufficiali al suo allenatore.

Insomma tutto bene per i salentini, tutto male per il Parma. Oltre alla sconfitta (la terza in quattro partite), per gli emiliani arriva anche la contestazione dei tifosi. Al grido di ‘Marino vattene’ un centinaio di supporter hanno fatto irruzione, al termine dell’incontro, all’interno della tribuna centrale sino all’ingresso degli spogliatoi. Alla fine nessun problema di ordine pubblico, ma un segnale chiaro di come il rapporto fra il tecnico ed il pubblico di Parma si sia decisamente incrinato. Per ora Marino va comunque avanti, dalla societa’ subito fiducia confermata. Eppure il debutto di Amauri e la buona prestazione di Giovinco avevano fatto ben sperare il tecnico di Marsala. Al 2′ e’ stato proprio l’ex juventino a tentare la conclusione ma Rosati era ben piazzato. Due minuti piu’ tardi e’ stato ancora lui, questa volta di testa, a lambire la traversa. Al 5′ il Parma e’ andato in rete, su assist di Lucarelli e tocco finale di Palladino, ma l’ex genoano era in netto fuorigioco e l’arbitro Russo giustamente ha annullato. Il cannoneggiamento emiliano e’ proseguito con un bolide dalla distanza di Giovinco, una doppia conclusione di Candreva ed un pallonetto di Galloppa. Solo belle occasioni, del gol nemmeno l’ombra. Primo tempo ad una sola porta, stessa cosa nella ripresa. Al 7′ una triangolazione con Giovinco ha messo Candreva di fronte a Rosati, ma lo specchio della porta era una chimera.

Il risultato non e’ cambiato nemmeno al 23′ quando lo stesso Giovinco ha messo un pallone d’oro nei piedi del solito Candreva, ma ad un metro dalla porta Rosati e’ stato presente e bravo a intercettare. Al 42′ l’ultimo tentativo e’ stato una bomba dalla distanza di Zaccardo, ma ancora una volta il portiere del Lecce ha deviato in angolo. La gara sembrava ormai segnata dallo 0-0 ma De Canio ha giocato l’arma Chevanton. Entrato al 31′ della ripresa al posto di Corvia, ha atteso lo spazio giusto e ha colpito. Era il 47′ e l’attaccante uruguaiano e’ volato in area su un lancio di Olivera. Lucarelli e Mirante hanno staccato la spina troppo presto ed il colpo di testa del bomber leccese e’ finita in rete. Vince il Lecce, a Parma esplode la protesta.