Jannik Sinner Jannik Sinner

Sinner non supera l’esame con Medvedev, sconfitto in 5 set dopo una battaglia epica

Jannik Sinner non ha superato l’esame di russo. È fuori dal torneo di Wimbledon. Sconfitto in 5 set dal moscovita Daniil Medvedev, 28 anni, dopo una battaglia strenua conclusa col punteggio di 7-6, 4-6, 6-7, 6-2, 3-6. Battaglia durata oltre 4 ore. Ma non era il Sinner di sempre: nel terzo set ha accusato un malore che l’ha costretto a 11 minuti di stop. Tuttavia è riuscito a mettere a segno 17 ace e il 79% di punti vinti sul primo servizio. Ha vinto un tiebreak e 22 giochi al servizio, ben 58 i punti vinti in risposta contro i 44 del russo. È una sconfitta che fa male e che a un certo punto è sembrata inevitabile quando Jannik ha accusato giramenti di testa. 

Il cammino di Jannik

Jannik Sinner
Jannik Sinner non supera l’esame col russo Medvedev. Sconfitto in 5 set (Foto Ansa) – Blitz Quotidiano

L’azzurro era giunto altre 3 volte ai quarti di finale. È il primo italiano di sempre a raggiungere per 3 volte i quarti di Wimbledon: ci era già riuscito nel 2022 ( eliminato da Djokovic) e nel 2023 ( vittoria su Safiullin). È giunto ai quarti di questo Slam per l’ottava volta. Meglio di lui, nella storia del tennis italiano, solo Pietrangeli. Il cammino di Sinner non e’ stato semplice. Al primo turno ha battuto il britannico Hanfmann in 4 set. Al secondo turno ha vinto il derby azzurro con Berrettini sempre in 4 set: una battaglia durata 3h43’. Al terzo turno ha eliminato facilmente il serbo Ckecmanovc in 3 set e 1h36’ di gara. Agli ottavi di finale ha incontrato il bombardiere americano Shelton battuto in 3 set e 2h9’ di battaglia. Dicono che Sinner abbia risparmiato energie dopo l’incontro con il talento statunitense per agevolare la corsa verso i quarti. Alla vigilia dell’incontro con il russo Jannik aveva pronosticato:” Sarà un match speciale”. E così è stato: una battaglia in 5 set molto fisica e tattica con scambi lunghi. 

Lorenzo Musetti ancora in corsa

Ora ai quarti ci sarà Lorenzo a Musetti, 22 anni, che ha raggiunto i quarti di finale di uno Slam per la prima volta in carriera. Lorenzo è l’italiano n. 19 a raggiungere un simile traguardo. E comunque finisca, Musetti a Wimbledon ha confermato di essere rifiorito, di essere riuscito a tirare fuori “ qualcosa che non mi usciva da tanto”. Ed ha sfoderato un tennis convincente. Sulla sua strada c’è ora Taylor Fritz, 26 anni, n.12 del mondo.

Non finisce di stupire Jasmine Paolini che nei quarti di finale del torneo di Wimbledon ha battuto la statunitense Emma Navarro e si è qualificata per la semifinale, prima italiana nella storia del torneo londinese. L’azzurra si è imposta con il punteggio di 6-2 6-1 in poco meno di un’ora di gioco. In semifinale Paolini affronterà la croata Vekic.

Gestione cookie