Juventus, Agnelli: “Togliete all’Inter lo scudetto 2006”

Pubblicato il 24 Settembre 2010 11:08 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2010 11:08

Andrea Agnellli

Continua la polemica tra la Juventus di Andrea Agnelli e l’Inter di Massimo Moratti sullo scudetto del 2006.

Agnelli: “Si vede che Moratti era nervoso prima del Bari. Da parte nostra non c’è motivo per essere nervosi. Io guardo alle vicende della Juventus; noi siamo tranquilli, sappiamo che cosa c’è nell’esposto presentato, e lo sa anche la Federazione. Ora attendiamo fiduciosi un loro giudizio”.

Anche Abete non ha gradito quel “li ho visti tutti contenti dopo l’incontro; avranno già una linea comune”.

E ha risposto così: “Nessuno mi ha visto, non capisco come si possa dire che sono uscito sorridendo. Non ho fatto dichiarazioni pubbliche: sono entrato in Figc alle 7.30 per uscirne alle 21. Non ci sono stati né sorrisi, né tanto meno il varo di una strategia comune. Sono qui per garantire il massimo della trasversalità. D’altronde i livelli di consenso per la mia carica non sono legati ai grandi club, che anzi hanno una posizione identica tra di loro. La Figc intraprese l’iter, dopo l’esposto della Juve del 10 maggio, nel consiglio federale del 14, cioè cinque giorni prima dell’insediamento della nuova dirigenza juventina”.

Abete ha confermato “la mia presenza il 1° ottobre al Tribunale di Napoli in qualità di testimone chiamato dal legale di Moggi”.

Massimo Moratti non cambia idea: “Provo piena soddisfazione e sono orgogliosissimo del modo in cui abbiamo vinto il campionato, perché abbiamo dimostrato di tener fede a uno dei principi fondamentali di chi fa sport: il rispetto delle regole. Una questione che non può essere considerata secondaria, ma che ha un peso e un valore fondamentali”