Milan, Allegri e quei “ragazzotti”. Con il Psv gara della verità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Agosto 2013 - 09:45 OLTRE 6 MESI FA
Milan, Allegri e quei "ragazzotti". Con il Psv gara della verità

Allegri (LaPresse)

MILANO – Massimiliano Allegri, dopo la sconfitta all’esordio in quel di Verona, il destino sulla panchina del Milan è strettamente legato all’esito del ritorno del playoff di Champions League di mercoledì 28 agosto con il Psv Eindhoven.

In attesa di mercoledì sera, dure le parole pronunciate da Allegri nel dopo partita del Bentegodi: “L’esempio da seguire è stato Toni, che ha 37 anni e oggi ha lottato fino alla fine come un leone, impegnando i due centrali: è quello lo spirito che dobbiamo avere e che i nostri ragazzotti dovrebbero prendere come esempio”.

E a Milanello come sarà suonato quel “ragazzotti” alle orecchie di chi aveva parlato di squadra “ultracompetitiva” (Adriano Galliani), e di chi pensa che il Milan abbia una rosa da scudetto e che l’unico problema stia proprio lì in panchina (Berlusconi).