Milan, Mihajlovic furioso: “Basta offese a me e squadra”

di redazione blitz
Pubblicato il 31 Ottobre 2015 15:22 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2015 15:23

Milan, Mihajlovic furioso: "Basta offese a me e squadra"

Mihajlovic nella foto LaPresse

CARNAGO (VARESE) – “Non sto qua ad aspettare che qualcuno offenda me o i miei giocatori, soprattutto chi lo fa in malafede o non capisce nulla di calcio”: dopo la vittoria contro il Chievo, Sinisa Mihajlovic non ha digerito alcune “critiche offensive” e si è sfogato dicendo che “le parole sono importanti e vanno usate in maniera migliore”.

“Si può sempre migliorare, a fine primo tempo mi sono arrabbiato con i miei ragazzi, non abbiamo giocato in verticale. Così, nel secondo tempo sono entrati in campo con una mentalità diversa – ha spiegato prima della trasferta con la Lazio – Il problema psicologico stiamo cercando di risolverlo. Pensavo di risolverlo prima e mi sono accorto che ci sarebbe voluto un po’ di tempo, ma i ragazzi si mettono a disposizione”.

Poi, l’allenatore rossonero Sinisa Mihajlovic ha definito il giovane portiere Donnarumma “un gioiello del Milan e del calcio italiano: tutti dovrebbero trattarlo con più affetto e fiducia. Chi giudica ogni suo gesto si metta nei suoi panni, ha solamente 16 anni, lui ha la mia totale fiducia. Ha le spalle larghe e sta facendo bene. Diego Lopez? È un portiere importante che stimo molto. Sono sicuro che il suo momento tornerà – ha concluso – Ma ora preferisco Donnarumma”.