Mondiali tuffi, Cagnotto – Dallapè: argento che vale oro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Luglio 2013 - 09:21 OLTRE 6 MESI FA
Mondiali tuffi, Cagnotto - Dallapè: argento che vale oro (LaPresse)

Mondiali tuffi, Cagnotto – Dallapè: argento che vale oro (LaPresse)

BARCELLONA, SPAGNA – Ad un anno dalla delusione di Londra, da quella medaglia di legno che ancora le offende, Tania Cagnotto e Francesca Dallapè si sono prese la giusta rivincita a livello mondiale, conquistando una meritata medaglia d’argento nel trampolino tre metri sincro nella rassegna iridata di Barcellona.

E’ la prima medaglia e unica dell’Italia nella manifestazione cominciata oggi all’ombra della Sagrada Familia, dato che le le due gare del nuoto di fondo, 5 km maschile e femminile, hanno visto gli atleti azzurri chiudere lontano dal podio.

Dall’alto dei loro trampolini, le campionesse d’Europa si erano messe in evidenza gia’ nei preliminari della mattinata, chiudendo seconde alle spalle delle cinesi Wu Minxia e Shi Tingmao e davanti alle canadesi Jennifer Abel e Pamela Ware.

Una fotografia di quello che e’ stato il podio serale dopo i cinque tuffi finali. Sempre nel massimo controllo, le azzurre non hanno sbagliato nulla e hanno chiuso con 307.80, una trentina meno delle sempre impeccabili cinesi (338.40), sempre avanti nel punteggio.

Più emozionante la gara della canadesi, che solo all’ultimo tuffo di finale hanno riconquistato il terzo posto che e’ valso loro il bronzo. Con l’argento di stasera, Tania Cagnotto diventa la prima atleta della Federnuoto a conquistare medaglie in cinque mondiali consecutivi dopo il bronzo nel trampolino 3 metri a Montreal 2005, Melbourne 2007, Roma 2009 e quello da un metro a Shanghai 2011. Inoltre, per la coppia Cagnotto-Dallapè inoltre è il secondo argento iridato dopo quello di Roma 2009 e segue le cinque medaglie d’oro consecutive conquistate ai campionati europei dal 2009.

La bolzanina domani tornera’ sul trampolino per la prova da 1 metro. Se l’entusiasmo è esploso nell’impianto della Municipal de Montijuic, non altrettanto bene per l’Italia sono andare le prove del nuoto di fondo al Moll De La Fusta. Forse per lo specchio d’acqua un po’ angusto, gli italiani non sono riusciti a mettersi in evidenza.

Nella gara femminile, Martina Grimaldi ha chiuso al settimo posto, Rachele Bruni al decimo, lasciano il podio alla statunitense Haley Danita Anderson, vincitrice, e alle brasiliane Poliana Okimoto Cintra e Ana Marcela Cunha.

Trionfo del tunisino Oussama Mellouli, campione olimpico sulla distanza doppia, nella gara maschile, dove Federico Vannelli ha chiuso al 16/o posto e Luca Ferretti solo al 24/o.