Napoli, Mazzarri: “Noi sottotono, ma ci abbiamo provato”

Pubblicato il 17 Gennaio 2012 0:59 | Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio 2012 1:02

NAPOLI, 17 GEN – ''Non parlo dei singoli, ma oggi troppi giocatori non erano al meglio e poi il campo non ci ha agevolato. Gli avversari vengono qui a fare le barricate, loro giocano con due risultati su tre mentre noi siamo obbligati a vincere''. Cosi' il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, al termine della sfida contro il Bologna.

''Se il tiro di Hamsik fosse entrato – ha ripreso l'allenatore – la partita sarebbe stata diversa: tutta la squadra e' sotto tono e non sono lucidi. Il Bologna ha fatto bene ma si e' trovato in vantaggio grazie ad un nostro errore in difesa Campagnaro non ha preso la palla, gli altri si sono fermati ed e' arrivata la rete degli avversari''.

''Comunque, a parte nel finale dove e' normale che per provare a vincere ci si sbilanci – ha proseguito Mazzarri – se si contano le palle gol si vede che noi ci abbiamo provato in piu' occasioni. Noi abbiamo l'obbligo di crescere e dobbiamo ancora fare tanta strada. Ripeto, la squadra non e' lucida, bisogna riacquisire gli equilibri e non e' facile farlo giocando ogni tre giorni''. ''Noi non siamo ancora singolarmente una grandissima squadra – ha spiegato – come lo sono le compagini alle quali siamo stati paragonati. Poi, per quanto riguarda le polemiche sul rigore, dico che era netto''.

Secondo Goran Pandev e' mancato il gol. ''Se fosse entrato il tiro di Hamsik la partita sarebbe andata in maniera diversa. Il Bologna e' venuto qui a difendersi ed hanno trovato questo gol un poco fortunato – ha spiegato Pandev -. Un punto non va bene ma dobbiamo guardare avanti. La gente si aspettava una vittoria, mi dispiace tanto ma noi abbiamo dato tutto ed ora dobbiamo rifarci a partire da domenica prossima a Siena''.

Per il tecnico del Bologna, Stefano Pioli, i suoi hanno tenuto bene testa alla compagine partenopea. ''Abbiamo fatto un' ottima prestazione. Non e' facile venire a Napoli e tenere testa agli azzurri. Abbiamo sofferto gli attacchi del Napoli pur non smettendo mai di cercare di essere pericolosi''. ''Resta comunque una partita importante e la prestazione di una squadra che ha saputo ben giocare'', ha continuato l'ex mister del Chievo, che, a chi gli chiedeva se Di Vaio fosse stanco, ha replicato che la palla gli e' scivolata male. ''Il rigore ci ha penalizzati e non credo che il mio giocatore avesse voluto prendere la palla di mano intenzionalmente. Quindi penso che il regolamento non sia stato applicato al meglio''.