Roma-Cluj 2-1, Borriello salva i giallorossi: risultati e classifica Gruppo E

Pubblicato il 28 Settembre 2010 22:38 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2010 22:40

Roma-Cluj 2-1. Gol: Philippe Mexes 68′. Marco Borriello 71′. Rada 78′.

La Roma supera il Cluj per 2-1 e conquista i primi tre punti nel suo girone di Champions League. Fanno la differenze le marcature di Philippe Mexes e Marco Borriello.

Nell’altra partita della serata il Bayern Monaco si è imposto per 2-1 sul campo del Basilea.

Ecco la classifica del Gruppo E:

Bayern 6

Roma 3

Cluj 3

Basilea 0

Introduzione alla partita:

Reduce dalla convincente vittoria con l’Inter la Roma si presenta alla sfida di Champions consapevole delle proprie forze ma nel pieno della polemica Totti, affievolita dalle smentite dei giorni scorsi. Ospite all’Olimpico di Roma il Cluj di Cartu (subentrato all’Italiano Mandorlini) e di Culio già autore di una doppietta nello stadio romano nella sfida di due anni fa. Sfida che rievoca brutti ricordi alle menti giallorosse e che Ranieri ha già pensato ad esorcizzare nella conferenza stampa pre-gara. “Due anni fa hanno vinto con due gol di Culio, e visto che siamo stati scottati una volta, dobbiamo essere reattivi. La partita non è decisiva, ma molto delicata. Dobbiamo batterli per andare a 3 punti.”.

Per battere i romeni dunque il tecnico si affiderà nuovamente a capitan Totti per il quale Ranieri esclude un impiego alla Altafini: “Francesco è integro e forte. Non è che non lo faccio giocare perché credo che non riesca a finire le partite. Lui, come gli altri, è un giocatore di affidamento al 100%”.

Settimana di calcio internazionale, con ben sette squadre italiane impegnate tra oggi, domani e giovedì.
A partire da stasera, quando – al’Olimpico, inizio alle 20,45 – nel Gruppo E si gioca Roma-Cluj, (l’altra partita del girone è Basilea-Bayern Monaco).
Per il gruppo G è in calendario, invece, Ajax-Milan (in contemporanea con Auxerre-Real Madrid).Allegri schiererà Ronaldinho, al centro nelle scorse ore di una polemica di cui è stato protagonista Galliani, che ha criticato l’esclusione del brasiliano per l’impegno in un torneo con i Galaxy.
Le due partite saranno visibili su Sky e Mediaset Premium.
Domani, poi, toccherà all’Inter, che a San Siro, dovrà vedersela con un cliente non facilissimo come il Werder Brema. La diretta in chiaro è alle 20,45 su Rai2.
L’altra partita del Girone A (quello dei nerazzurri) è Tottenham-Twente. Ed è già il momento di non fare passi falsi, perché si tratta di un girone poco “addomesticabile”.

Smaltita la gioia per la vittoria casalinga contro i campioni d’Europa dell’Inter, la Roma di Ranieri si è rimessa al lavoro già da domenica per preparare la seconda uscita di Champions League contro il Cluj. Stasera ore 20.45, i giallorossi scenderanno in campo all’Olimpico per la prima partita europea tra le mura casalinghe e proveranno a ribaltare il passo falso di Monaco per riprendere quota nella classifica del girone e dimostrare che la squadra sta guarendo.

L’avversario è lo stesso Cluj campione di Romania che nel 2008 ha sorpreso e battuto la Roma per 2-1, proprio nello stadio a due passi dal Tevere. “Se ci sorprende di nuovo – sottolinea Ranieri – allora siamo un pochino tonti”. L’allenatore giallorosso è intervenuto alla consueta conferenza stampa della vigilia, al suo fianco anche John Arne Riise.

Importante vittoria contro l’Inter. Con il Cluj sarà una partita difficile. La vittoria di sabato può essere una una medicina anche per la Champions?

La vittoria e il modo come è stata conseguita è la medicina giusta. Riprendere la speranza per i ragazzi è molto importante. Sabato l’hanno cercata, voluta, hanno insistito e raggiunto la vittoria. Ora si torna al calcio internazionale che conta e adesso ci confrontiamo contro i campioni rumeni che già due anni fa hanno vinto qui a Roma con due gol di Culio che giocherà anche domani. Quindi siamo stati scottati una volta e dobbiamo essere pronti e reattivi domani sera.

Considera decisiva la partita col Cluj?

Decisiva no, ma molto delicata. Dobbiamo batterli per andare a 3 punti e per continuare su questa strada con serenità, determinazione e anche molta calma. Loro hanno giocatori veloci davanti, dovremmo essere molto rapidi nella circolazione e bravi a sfruttare le indecisioni loro.

E’ la Roma vera adesso o siete ancora convalescenti?

Io volevo che la Roma già volasse. Ora però pensiamo positivo, siamo entrati finalmente nella dimensione del campionato, ma non possiamo dimenticare l’inizio amaro.

Il precedente:

La sconfitta all’esordio in Champions League con il Cluj aprì ufficialmente la crisi della Roma. Giocatori e tifosi giallorossi ancora ricordano come un incubo quel Juan Culio che all’Olimpico segnò una splendida doppietta. Ma stasera nel gelo dello stadio della cittadina della Transilvania si presenta una squadra diversa da quella che perse 2-1 all’andata. Ha ritrovato Totti, ha scoperto Baptista e, in Europa, viene da un travolgente successo sul Chelsea (senza contare il 3-0 con cui domenica ha sgretolato il Lecce).

Stasera Spalletti dovrà però fare a meno di uno degli uomini più in forma: Mirko Vucinic, ieri colpito da un attacco influenzale, ha sfebbrato, ma il tecnico giallorosso non vuole rischiarlo visto che si giocherà con il termometro sottozero. Alle spalle della coppia d’attacco Baptista-Totti agirà quindi Perrotta, con Taddei, De Rossi e l’ormai inamovibile Brighi a centrocampo. In difesa confermatissima il duo centrale Mexes-Juan, con Tonetto e Cassetti sugli esterni.

Molte cose sono cambiate nella Roma. Ma molto è mutato anche in casa Cluj. Quando vennero all’Olimpico i romeni erano degli illustri sconosciuti e approfittarono anche della sufficienza con cui i giallorossi affrontarono l’impegno. Adesso, invece, non possono più sfruttare l’effetto sorpresa, che fregò anche il Chelsea. In più, stanno andando male in campionato e il tecnico italiano Trombetta è a forte rischio esonero. Una sconfitta stasera potrebbe essergli fatale.

CLUJ-ROMA
CLUJ (4-4-1-1)
: Stancioiu; Panin, Cadù, De Sousa, Pereira; Dubarbier, Dani, Muresan, Culio; Trica; Y. Konè. A disp. Nuno Claro, Alcantara, E. Konè, Deac, Peralta, Diego Ruiz. All. Trombetta
ROMA (4-3-1-2): Doni; Cassetti, Mexes, Juan, Tonetto; Taddei, De Rossi, Brighi; Perrotta; Totti, Baptista. A disp. Artur, Loria, Riise, Pizarro, Menez, Vucinic, Montella. All. Spalletti
Arbitro: Batista (Por)