Serie B, Carpi allunga sul Bologna. Frosinone e Vicenza al terzo posto

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Marzo 2015 23:09 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2015 23:09
Serie B, Carpi allunga sul Bologna. Frosinone e Vicenza al terzo posto

Castori nella foto LaPresse

ROMA –  I risultati della 29/a giornata del campionato di calcio di Serie B.

Bari-Catania 1-1.
Bologna-Latina 0-0.
Brescia-Modena 0-1.
Carpi-Avellino 2-0.
Cittadella-Varese 3-0.
Frosinone-Perugia 2-1.
Pescara-Crotone 2-1.
Spezia-Pro Vercelli 5-2.
Ternana-Entella 0-1.
Trapani-Livorno 0-0.
Vicenza-Lanciano 2-2.

La classifica del campionato di calcio di Serie B, dopo le partite della 29/a giornata.

Carpi 56 29 15 11 3 45 21.
Bologna (-1) 48 29 13 10 6 36 25.
Frosinone 47 29 13 8 8 42 35.
Vicenza 47 29 13 8 8 32 26.
Avellino 46 29 12 10 7 29 26.
Livorno 44 29 12 8 9 44 32.
Spezia 42 29 11 9 9 37 30.
Pescara 42 29 11 9 9 49 38.
Virtus Lanciano 39 29 8 15 6 43 37.
Perugia 39 29 9 12 8 32 34.
Bari 37 29 10 7 12 32 37.
Ternana 36 29 9 9 11 25 33.
Pro Vercelli 34 29 9 7 13 31 41.
Cittadella 34 29 7 13 9 38 40 .
Trapani 34 29 8 10 11 39 51.
Latina 34 29 7 13 9 24 26.
Modena 33 28 7 12 9 25 25.
Virtus Entella 33 29 7 12 10 26 39.
Brescia 32 29 8 8 13 34 41.
Catania 29 28 7 8 13 40 44.
Varese (-3) 28 29 7 10 12 32 43.
Crotone 28 29 7 7 15 29 40.

– Varese penalizzato di 3 punti per irregolarità amministrative.
– Bologna penalizzato di un punto per le stesse motivazioni.
– Catania e Modena una partita in meno.

Il Carpi ha vinto 2-0 contro l’Avellino nel big match di giornata grazie alle reti realizzate da Lollo e Lasagna e si è portato a più otto sul Bologna secondo in classifica.

Finisce con un pareggio a reti inviolate Bologna-Latina. Dopo un primo tempo al Dall’Ara senza troppe emozioni, nel secondo la partita prova ad accendersi. Prima è il Latina che impensierisce i rossoblu, poi anche il Bologna prova a far paura ai nerazzurri, ma non riesce a concretizzare due occasioni nei minuti di recupero. Con il punto guadagnato il Bologna mantiene comunque il secondo posto in classifica, davanti per un solo punto al Frosinone. 

Si ferma a sei la striscia di vittorie consecutive del Vicenza che al Menti viene fermato sul 2-2 dalla Virtus Lanciano. Gara piena di emozioni e colpi di scena: al 34′ rigore per il Vicenza concesso per fallo di mano di Aquilanti, ma Cocco si fa respingere il penalty da Aridità. Al 37′ abruzzesi in vantaggio sugli sviluppi di un angolo, con Amenta che risolve in mischia. Nella ripresa, all’8′, ancora su angolo, diagonale di Brighenti che ristabilisce la parità. Al 29′ fallo di mano in area di Manfredini (secondo giallo, espulso) e rigore trasformato da Piccolo per il 2-1 ospite. Al 42′ espulso anche Mammarella (doppia ammonizione) e al 43′ il gol del 2-2 finale: punizione di Di Gennaro, traversa e sulla respinta il più lesto è Cocco che insacca. 

Pari tra Bari e Catania al San Nicola davanti a 25 mila spettatori: i siciliani sono passati in vantaggio al 38′ st con Rossetti, su assist di Rosina, mentre i pugliesi hanno riequilibrato il risultato allo scadere con De Luca che ha saltato Sciaudone e battuto Gillet. Fischi e cori di insulti sono stati riservati dal pubblico barese per tutti i 90′ all’ex Gillet, strascico della querelle legata al calcioscommesse. 

Lo Spezia torna alla vittoria battendo la Pro Vercelli 5-2. Partita dalle mille emozioni quella del Picco, con gli aquilotti capaci di rimontare due reti ai piemontesi prima di dilagare. Al 14′ Marchi porta in vantaggio gli ospiti mettendo a segno il quattordicesimo centro stagionale con un colpo di testa sul cross di Scaglia. Ancora l’attaccante piemontese raddoppia su rigore al 37′ (fallo di Brezovec su Di Roberto) spiazzando Chichizola. Lo Spezia però non molla, e pareggia nel giro di due minuti: al 39′ Datkovic accorcia le distanze mandando di testa alle spalle di Russo, al 40′ Situm pareggia al termine di una ripartenza fulmina con un destro preciso l’estremo difensore ospite. La Pro Vercelli rimane in doppia inferiorità numerica – al 42′ espulso Fabiano, al 7′ della ripresa Cosenza per un colpo proibito a palla lontana a Nenè – e lo Spezia dilaga. All’8′ Brezovec su punizione porta in vantaggio gli aquilotti, al 10′ è lo spagnolo De Las Cuevas a portare a quattro le reti spezzine, spedendo alle spalle di Russo un preciso sinistro al termine di una serpentina sulla destra. Di Catellani, su rigore al 33′, il gol del 5 a 2 finale. 

 Colpo del Modena sul campo del Brescia. La squadra di Melotti e Pavan passa con un gol nel recupero del primo tempo trasformando un calcio di rigore concesso per un intervento di Arcari su Garritano. Il portiere di casa viene anche espulso, ma le immagini racconteranno di un intervento sulla palla. A bersaglio va Granoche.

In una gara valida per la ventinovesima giornata del campionato di serie B, il Pescara ha sconfitto il Crotone con il risultato di 2-1. Questa la successione delle reti: Pescara in vantaggio al 6′ del secondo tempo grazie ad un rigore trasformato da Memushaj e decretato dal signor Ros di Pordenone per un fallo in area calabrese di Dos Santos su Bjarnason. Pareggio dei calabresi al 14′ con Ciano, nuovo vantaggio abruzzese al 35′ con Sansovini (cinque reti negli utimi 270′ di campionato). Il Pescara ha chiuso la gara in dieci uomini per l’espulsione di Bjarnason (doppia ammonizione) al 39′ della ripresa. Il match dello Stadio Adriatico “Giovanni Cornacchia” è stato giocato davanti a circa settemila spettatori.