Mondiali, Germania al terzo posto: Uruguay ko per 3-2

Pubblicato il 10 luglio 2010 20:20 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2012 11:36

Finale 3° e 4° posto: Uruguay-Germania 2-3, Muller 19′, Cavani 30′, Forlan 51′, Jansen 57′, Khedira 83′. Thomas Muller ha portato in vantaggio i tedeschi sfruttando un’incertezza di Muslera. Edinson Cavani trasforma in oro l’assist di Luis Suarez e pareggia i conti. Il centravanti uruguaiano Diego Forlan porta in vantaggio la sua squadra con una bella girata volante. I tedeschi pareggiano i conti grazie ad una bella rete di Marcell Jansen che sfrutta al meglio l’uscita errata di Fernando Muslera. Il centrocampista della Germania Khedira porta i suoi sul 3-2: grandissima rimonta.

La Germania batte l’Uruguay per 3-2 e guadagna un prezioso terzo posto. Di nuovo il gradino più basso del podio dopo che nel 2006 aveva battuto per 3-1 il Portogallo. Quarto posto per l’Uruguay.

PER LE PAGELLE DELLA PARTITA (CLICCA QUI).

Blitz Quotidiano ti dà la possibilità di seguire le partite della Coppa del Mondo, cliccando sul link evidenziato in rosso. Mondiali, Uruguay-Germania: diretta live streaming in tempo reale: clicca qui. Per ascoltare una telecronaca alternativa a quella di Rai o Sky. Buona visione.

Possibili assenze:

Il difensore e capitano dell’Uruguay Diego Lugano potrebbe farcela per la ‘finalina’ per il terzo e quarto posto in programma sabato a Port Elizabeth contro la perdente di Germania-Spagna. Secondo un portavoce della ‘celeste’, il difensore sta meglio dopo l’infortunio al ginocchio destro subito nell’incontro di venerdi scorso contro il Ghana (4-2 ai rigori per i sudamericani). Lugano non ha giocato ieri nella semifinale persa per 3-2 contro l’Olanda ma oggi e’ tornato ad allenarsi e sabato dovrebbe partire da titolare.

Stati d’animo diversi:

La finalina delle deluse mettera’ di fronte sabato a Port Elizabeth due squadre dallo stato d’animo profondamente diverso: la Germania che aveva brillato negli ottavi e nei quarti infliggendo pesanti lezioni di calcio a Inghilterra e Argentina sperava di riuscire, con i suoi ragazzini terribili, di raggiungere la partita nella quale ci si gioca la coppa. L’Uruguay invece, dopo aver agguantato la semifinale nella discussa partita con il Ghana, ha ottenuto un risultato difficile da pronosticare alla vigilia, ha messo alle corde l’Olanda come nemmeno il Brasile ha forse saputo fare. Il ritorno in patria dopo la finale di consolazione sara’ sicuramente un trionfo. Nella finale di consolazione la Germania corre il rischio di dover fare a meno di Miroslva Klose, uscito malconcio dalla sfida con la Spagna. Per lui la partita potrebbe avere un significato particolare: in un match che tradizionalmente soffre di una pressione un po’ meno asfissiante ha infatti la possibilita’ di eguagliare o eventualmente superare Ronaldo nella classifica marcatori di tutti i tempi del mondiale. E’ sara’ una partita particolare anche per Philip Lahm: promosso capitano dopo il forfait di Ballack, potrebbe essere costretto a restituirgli la fascia dopo il mondiale: ”Se l’allenatore me lo chiedera’ – ha detto – non avro’ nessuna difficolta’ a restituire la fascia, ma sicuramente non la restituiro’ di mia spontanea volonta”’. Anche perche’ dopo l’exploit della ‘junge wilde’ (la gioventu’ selvaggia) tedesca, Ballack corre il rischio di appartenere al passato: ”noi – ha detto Lahm, 26 anni – possiamo credere nel nostro futuro. Gli spagnoli giocano da 3-4 anni con gli stessi giocatori ed hanno preso fiducia. Noi possiamo riuscire a fare cio’ che hanno fatto loro”. La sfida fra Germania e Uruguay in una finale per il terzo posto ha un precedente storico che risale a quarant’anni fa, quando la Germania, sconfitta 4-3 nella storica partita dell’Italia affronto l’Uruguay che si era inchinato al Brasile di Pele’. Vinse la Germania, ma stavolta l’Uruguay non vuole perdere l’ultima occasione per mettere la ciliegina sulla torta in un mondiale gia di per se’ indimenticabile.

 

I precedenti tra le due formazioni:

Nei tre precedenti ai Mondiali la Germania è imbattuta contro l’Uruguay: 2 vittorie tedesche ed 1 pareggio, con la Germania sempre in gol per un totale di 6 marcature. Nel 1966 ai quarti di finale fu 4-0 per i tedeschi con gol di Haller all’11 e 83′, Beckenbauer al 70′ e Seeler al 75′; nel 1970 nella finale di consolazione fu 1-0 tedesco con rete di Overath al 26′; infine nel 1986, fase a gironi, fu 1-1 con i gol di Alzamendi al 4′ ed Allofs all’84’. Nei 9 precedenti ufficiali la Germania è in netto vantaggio sull’Uruguay: 6 vittorie contro una sola dei sudamericani; 2 pareggi completano il bilancio. L’unica vittoria sudamericana risale alle Olimpiadi del 1928 (82 anni fa). Per altro erano 17 anni che le due nazionali non si affrontavano: l’ultimo match e’ infatti datato 13 ottobre 1993, 5-0 tedesco in amichevole a Bochum. Un’ultima curiosita’: la Germania ha sempre segnato nei 9 precedenti, per un totale di 24 marcature. I precedenti ai Mondiali tra la nazionale tedesca e le selezioni sudamericane sono 18 con un bilancio di 12 successi della Germania, 4 pareggi e 2 sole sconfitte, entrambe in finale. La prima risale a Messico ’86, 2-3 contro l’Argentina; la seconda e’ invece riferita a quattro anni fa: 0-2 contro il Brasile. Nelle 31 partite finora disputate ai Mondiali dall’Uruguay contro formazioni europee, la nazionale due volte campione del Mondo vanta un bilancio sfavorevole di 8 vittorie, 9 pareggi (tra cui lo 0-0 di questa edizione contro la Francia) e 14 sconfitte (tra cui il 2-3 subito in semifinale dall’Olanda). Remoto l’ultimo successo uruguayano che risale al 14 giugno 1970, quarti di finale a Città del Messico, quando i sudamericani si imposero 1-0 sull’Unione Sovietica con rete nei tempi supplementari di Esparrago: da allora l’Uruguay ha ottenuto un bilancio di 6 pareggi ed 8 sconfitte. Con la doppietta segnata all’Argentina, Miroslav Klose e’ salito a quota 14 gol segnati ai campionati del mondo, raggiungendo il connazionale Gerd Muller al secondo posto della classifica marcatori all-time ai Mondiali: in testa, con 15, c’e’ il brasiliano Ronaldo. Klose ha segnato 5 gol a Corea/Giappone 2002 ed anche a Germania 2006. Quattro, per ora, a Sudafrica 2010. Il bomber tedesco è già diventato il capocannoniere storico della sua nazionale, in tandem appunto con Muller. Klose raggiunge quota 20 presenze con la Germania ai Mondiali, salendo – in solitario – al terzo posto all-time anche nella classifica dei pluripresenti tedeschi. La Germania ha subito due sconfitte a Sudafrica 2010, eguagliando il proprio record negativo in una rassegna iridata, come nelle edizioni 1958, 1982 e 1986. Forlan ad un passo dal primato di Cea e MiguezDiego Forlan – 4 reti ai Mondiali 2010 – e’ ad un passo dall’eguagliare il record di Cea e Miguez, i due massimi marcatori della ”Celeste” in una singola rassegna iridata, entrambi a quota 5 centri. Cea li segno’ nel 1930, Miguez nel 1950. ALBO D’ORO E STORIA DELLE FINALI DI CONSOLAZIONE. Quella di sabato è la finale numero 17 ai Mondiali per l’assegnazione del terzo e quarto posto. Non si è disputata nel 1930 e nel 1950, nel primo caso perche’ non era proprio prevista dal regolamento, nel secondo essendosi assegnato il titolo iridato in un girone finale all’italiana a quattro. La squadra più presente finora è la Germania, quattro volte. Seguono a 3 ciascuna Brasile e Francia, a quota 2 a testa Austria, Italia, Polonia, Portogallo, Svezia ed Uruguay, con 1 finale di consolazione ciascuno Belgio, Bulgaria, Cile, Corea del Sud, Croazia, Inghilterra, Jugoslavia, Olanda, Turchia ed Unione Sovietica.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other