Fiction Rai 2012: dal Titanic al Giovane Montalbano, tutto il programma

Pubblicato il 29 Dicembre 2011 19:46 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2011 19:59
Fiction Rai 2012: Vanessa Hessler sarà Cenerentola

Fiction Rai 2012: Vanessa Hessler sarà Cenerentola (Lapresse)

ROMA – Le coproduzioni come Il Titanic e La certosa di Parma; temi come la violenza sulle donne e le stragi del sabato sera; il debutto di Pupi Avati nella regia tv per Un matrimonio; la biografia di Enrico Caruso. Questa sarà la fiction Rai nel 2012.

Si parte l’8 gennaio con il ritorno in tv di Lando Buzzanca nei panni del Restauratore. Torna anche Veronica Pivetti con Provaci ancora prof 4. Dopo il successo di Cenerentola e La ragazza americana, Vanessa Hessler sarà la protagonista della miniserie La figlia del capitano (8 e 9 gennaio) e sarà poi anche Santa Barbara per la Lux Vide. Grande ritorno anche per Nero Wolfe, otto puntate per la regia di Riccardo Donna, protagonista Francesco Pannofino che, sottolinea il direttore di Rai Fiction Fabrizio Del Noce, ”non ha avuto paura del confronto con la storica interpretazione di Dino Buazzelli”. In autunno arriveranno quattro nuovi episodi del Commissario Montalbano, ma ”la grande novità saranno le sei puntate del Giovane Montalbano (regia di Michele Riondino, ndr) – ricorda Del Noce – che ripercorrerà a ritroso la storia del commissario”.

Tra i titoli più attesi Il Titanic, coproduzione internazionale: la prima puntata andrà su Rai1 il 15 aprile, data dell’affondamento del mitico transatlantico. Si narra la storia della creazione del Titanic attraverso le vicende di un ingegnere metallurgico dalla vita avventurosa e piena di mistero, Mark Muir (Kevin Zegers), che ottiene un impiego presso il cantiere navale Harland & Wolff, e quelle di una giovane immigrata di origine italiana che già vi lavora, Sofia Silvestri (Alessandra Mastronardi), la fiction racconta le ambizioni, le difficoltà, le contraddizioni e l’orgoglio dei tanti che parteciparono all’impresa. La serie si chiude con la partenza della nave per il suo primo e unico viaggio. Nel cast tra gli italiani Massimo Ghini, Edoardo Leo e la giovane Valentina Corti; tra i nomi internazionali Neve Campbell (Scream), Derek Jacobi (Il discorso del re) e Chris Noth (Sex and the City). La regia è di Ciaran Donnelly.

Grande attesa anche per Maria, la miniserie in due puntate dedicata a Maria di Nazareth e Maria Maddalena. In onda a Pasqua.

”Dopo i successi di Sarò sempre tuo padre dedicato alla problematica dei padri separati, tra gli argomenti di grande attenzione sociale – ha sottolineato Del Noce – ci sarà quello trattato ne La vita che corre. Un fenomeno, quello delle stragi del sabato sera, che resta una delle piaghe aperte”. Attualità in primo piano, con la violenza sulle donne, anche in Mai per amore, “su un tema spesso trattato dal cinema, ma trascurato dalla tv”, dice Del Noce.

Si tratta di quattro tv movie su Raiuno: Troppo amore (regia di Liliana Cavani, con Antonia Liskova e Massimo Poggio) sullo stalking; La fuga di Teresa (regia di Margarethe Von Trotta, con Stefania Rocca e Alessio Boni) sulla violenza domestica anche di tipo psicologico; Il segreto del web (regia di Marco Pontecorvo, con Carolina Crescentini e Francesca Inaudi) su violenza e pericolosità della rete; Helena & Glory (regia di Marco Pontecorvo, con Barbora Bobulova) sulle donne vittime del racket della prostituzione.

Sul fronte biopic arriverà Il grande Caruso, regia di Stefano Reali, con Gianluca Terranova, Vanessa Incontrada e Martina Stella. Spazio anche alla lunga serialità con L’isola, in 13 puntate: ”In questo caso – spiega Del Noce – è stata percorsa una strada sperimentale che sin dal primo episodio coinvolgerà lo spettatore attraverso una grande tensione emotiva. Si tratta di un thriller ecologico, quindi di un genere non ancora esplorato nel linguaggio televisivo”.

Tra le coproduzioni internazionali anche La Certosa di Parma (con France Television): un’appassionante versione del romanzo di Stendhal, diretta da Cinzia TH Torrini con Alessandra Mastronardi e Rodrigo Guirao Diaz. E ancora L’Olimpiade nascosta con Cristiana Capotondi e Alessandro Roja, ”ispirata ad una storia vera durante l’ultimo conflitto mondiale”, dice Del Noce. ”Nessuno si sarebbe mai immaginato che nel ’44 in un campo di concentramento si fosse organizzata un’Olimpiade”.

Infine Un matrimonio, sei puntate dirette da Pupi Avati per la prima volta alla regia di una fiction, con Micaela Ramazzotti, Flavio Parenti e Christian De Sica.