Gianna Nannini: “Matteo Renzi ai miei concerti faceva lo spicciafaccende. Credo fosse un mio fan”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2017 15:13 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2017 15:20
Gianna Nannini: "Matteo Renzi ai miei concerti faceva lo spicciafaccende. Credo fosse un mio fan"

Gianna Nannini (foto Ansa)

ROMA – Gianna Nannini si racconta al Corriere della Sera in una lunga intervista in cui racconta alcuni aneddoti della sua carriera e aspetti della vita privata meno conosciuti. A proposito di politica e vita privata spiega di non amare le dicotomie sinistra e destra, omosessuale ed eterosessuale dichiarandosi pansessuale:

“Per me l’amore è consonanza di spirito, che è molto più importante del sesso. Di solito l’amore è possessivo; io credo nell’Amore gigante, come il titolo di un altro disco, che non lo è”.

Gianna Nannini venne scoperta da Mara Maionchi:

“È sempre stata una grande talent-scout, oltre che una donna simpaticissima. Le suonai le mie prime canzoni al piano. Si commosse. E mi fece il primo contratto, per la Numero Uno, la casa di Battisti”.

Parlando di politica, la Nannini spiega che a lei non importa di “Trump e Berlusconi, mi interessa la creatività delle persone”. Poi una domanda diretta su Matteo Renzi:

“Lo conosco da ragazzino: faceva il runner ai miei concerti, lo spicciafaccende. Credo fosse un po’ mio fan. È uno che ha voglia di fare. Ma al referendum, se fossi stata in Italia, avrei scelto il No”.

La Gianna nazionale è  più gentile nei confronti di Beppe Grillo.

“Ganzo. L’ ho votato. Lo conosco da tempo, abbiamo anche cantato insieme. Dice cose vere, che sa”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other