Io sono Mia, Ivano Fossati e Renato Zero hanno chiesto di non essere citati nel film

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 febbraio 2019 10:44 | Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2019 10:44
Io sono Mia, Ivano Fossati e Renato Zero hanno chiesto di non essere citati nel film

Io sono Mia, Ivano Fossati e Renato Zero hanno chiesto di non essere citati nel film

ROMA, 13 FEB – Nel film “Io sono Mia” andato in onda ieri sera su “Rai Uno” si ripercorre la vita di Mia Martini e la travagliata storia d’amore tra la cantante e il fotografo Andrea. La figura del fotografo Andrea è ispirata al cantante Ivano Fossati. I due, infatti, tra la fine degli anni ’70 e la fine degli anni ’80 ebbero una lunga e travagliata storia d’amore. Fossati però ha chiesto di non esser citato nel film. Stessa richiesta che ha fatto anche Renato Zero, che è stato un grande amico della Martini.

“Non ci sono voluti essere – ha spiegato Serena Rossi, l’attrice che nella pellicola interpreta Mia Martini – Ce lo hanno imposto, non si può forzare una persona a fare una cosa che non vuole fare. Mi spiace molto, ma non ha tolto nulla a questa meraviglia che è stata fatta”.

Ivano Fossati e Mia Martini si sono conosciuti nel 1977 e si lasciarono solo verso la fine degli anni ’80. Un rapporto tormentato, quello tra la cantante e Ivano Fossati. Come dichiarò la stessa Martini in un’intervista del 1990 ripescata in queste ore dal “Fatto Quotidiano”: “Quella storia era campo minato. Avevo un contratto con un’altra casa discografica, e ho dovuto romperlo a causa sua. Perché era geloso, dei dirigenti, dei musicisti, di tutti. Ma soprattutto era geloso di me come cantante. La prova d’amore era abbandonare del tutto anche la sola idea di cantare e distruggere completamente Mia Martini. Io ero combattuta, non riuscivo a farlo”.