Margherita Rebuffoni, mamma di Nadia Toffa a Domenica Live: “Negli ultimi giorni…”

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 10 Novembre 2019 18:44 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2019 18:44
Margherita Rebuffoni, la mamma di Nadia Toffa racconta a Domenica Live: "Negli ultimi giorni..."

Margherita Rebuffoni, mamma di Nadia Toffa a Domenica Live (Frame da video)

ROMA – Margherita Rebuffoni, mamma di Nadia Toffa, è stata ospite a Domenica Live. La donna ha ricordato le ultime settimane di vita dell’ex Iena: “Sono stata sempre accanto a lei, lei voleva solo me accanto”. “Era lei che sosteneva me, mi incoraggiava, diceva: “Vedrai mamma che andrà tutto bene”. Sapeva perfettamente quello che aveva. Diceva: “Vedrai che posso convincerci, hanno tolto tutto, ma pure fosse rimasta qualche cellulina, posso conviverci”. Quando ha fatto la prima chemioterapia, fuori il suo compagno la aspettava con un lungo cappotto verde mela per arrivare al prossimo inverno”.

Barbara D’Urso ha parlato dei messaggi ricevuti da Nadia e ha ricordato il suo ritorno a Le Iene: “Non trattateci da malati, siamo dei guerrieri”. La signora Margherita non è riuscita a trattenere le lacrime: “Fino all’ultimo giorno lei ha sorriso, ha sempre ringraziato Dio: “Se questo è il mio destino, questo accetto. Mi dispiace lasciare mia mamma”. Mi ha detto: “Ti prego mamma, o ce ne andiamo insieme o muoio io prima di te, io non posso rimanere se tu non ci sei, non mi lasciare mai. Gliel’ho promesso, pregando Dio che questo avvenisse”.

“È lei che mi ha accompagnata nell’ultimo anno e mezzo. Quando l’ho vista impallidita l’ultimo giorno, ho pensato: la mia bambina se ne vuole andare. Le ho detto: Vola, mi proteggerai da lassù. Gliel’ho sussurrato, non so come ho fatto, e lei è volata via”. “Attraverso la malattia aveva capito che bisognava affidarsi alle mani di Dio e continuare a combattere. Era cambiata dentro. Aveva capito che bisognava affidarsi”.

Margherita Rebuffoni vede i video di Nadia Toffa da piccola.

Poi Barbara D’Urso fa vedere un medley di video di Nadia bambina e poi adolescente: “Bella, bellissima, che tenerezza”, dice la mamma, che poi racconta di quando Nadia le comprò un cane: “Lo ha preso per me, lei sapeva benissimo di essere molto malata. Ci fa tanta compagnia, ci ricorda lei”.

Poi Margherita ha raccontato che Nadia continuava anche da malata a scrivere tutti i giorni: “Io dormivo con lei, mi svegliavo alla luce del suo cellulare. Le chiedevo: cosa fai? e diceva: mi è venuta un’idea. Erano belle, profonde, mi diceva poi te le leggo. Scriveva, di giorno dipingeva. Era bello vivere con lei, era sempre piena di idee”. Margherita ha riunito questi scritti della figlia in un libro. (Fonte: Mediaset – Domenica Live).