Festival di Sanremo: 30 min a Celentano, Mazzi: “Non è delinquente”

Pubblicato il 18 Febbraio 2012 16:12 | Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio 2012 16:12

La prima serata di Sanremo (Foto LaPresse)

ROMA – Cresce l’attesa per l’ultima sera del festival di Sanremo e soprattutto per la nuova performance del di Adriano Celentano. Il “Molleggiato” interverrà questa sera «intorno alle 22.15 e sarà un’intervento di mezz’ora» ha spiegato il direttore artistico Gianmarco Mazzi che ha confermato la storia del «gobbista personale» del ragazzo della via Gluck: “Visto che Adriano scrive testi articolati, ha una persona di fiducia che ha usato anche in altri suoi spettacoli. Il ‘gobbista’ ha un nome tristanzuolo, ma fa un lavoro molto serio”.

Playback della Bertè. L’annuncio sul ritorno di Celentano è arrivato durante la conferenza stampa di mezzogiorno nel corso della quale si è parlato a lungo dell’esibizione in playback della Bertè. “Un fallo da ammonizione e non da espulsione – l’ha definita Giani Morandi – Se tutti gli altri artisti ci dicono non li vogliamo, ne parleremo”. “Tutto sommato – ha poi aggiunto il presentatore – avevano cantato per tre sere, non dovevano dimostrare di saper cantare. E non è un danno ad altri artisti ma semmai loro stessi, perché quando si canta in playback alla gente arriva del freddo a casa”.

Sul caso playback è intervenuto anche Gianmarco Mazzi: “Ero seduto in sala e non ho avvertito questa cosa -ha detto- è vero che il regolamento va applicato, ma bisogna anche avere un po’ di sensibilità e intelligenza nella sua applicazione. In tre sere l’avevano cantata molto bene. Abbiamo anche tenuto conto del fatto che Loredana è un’artista molto sensibile, molto emotiva. Non vogliamo essere inutilmente punitivi. E poi non ci deve dimostrare di saper cantare”.

Ascolti in calo. La quarta serata del festival dedicata ai duetti sulle note dei brani in gara proposti con nuovi arrangiamenti, nel frattempo ha registrato 11.429.000 telespettatori con il 39,64% di share, nella prima parte, e 7.324.000 spettatori con il 49,84% di share, nella seconda parte Audience dunque in flessione rispetto alla sera precedente e anche rispetto alla quarta serata dell’edizione 2011. Lo scorso anno, sebbene con orari molto diversi (la prima parte quest’anno inizia alle 20.40 mentre lo scorso anno parti alle 21.15), la quarta serata del primo festival di Morandi ottenne 12.857.000 spettatori con il 44,24% di share, nella prima parte, e 8.266.000 spettatori con il 52.01% di share, nella seconda.

Polemica con la Lei. In conferenza stampa si è parlato anche delle dichiarazioni del direttore generale della Rai Lorenza Lei a proposito di Celentano. “I contratti – aveva detto – sono il prodotto di percorsi negoziali complessi e diversi tra loro ma tali da garantire agli artisti di potersi esprimere liberamente, cosa che rivendico anche come prerogativa del servizio pubblico, così come, credo, sia legittimo rivendicare la libertà di dissentire e di prendere le distanze da affermazioni frutto di personali e opinabilissime valutazioni”.

E poi: “Gli stessi contratti che tutelano le libertà degli artisti, garantiscono all’azienda tutti gli strumenti di tutela necessari”. In conferenza stampa il direttore di Rai1 Mauro Mazza si è “riconosciuto appieno” nella nota dal direttore generale: “avrei potuto scriverla io: dice in perfetto italiano e in modo molto più autorevole le cose che dico da qualche giorno. Auspico che prevalga buon senso”.

Piccata replica del direttore artistico del festival Mazzi: “Ho l’impressione che per il dg Lei, Celentano sia un delinquente senza qualità”. E poi: “Ho letto questa nota attentamente, è molto articolata e dà la sensazione che sia stata fatta da tante mani, che forse anche il direttore generale sia stato un po’ forzato. Voglio pensare questo”.