Soldati circondati dagli immigrati per impedire un fermo: urla, spintoni e paura a Napoli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 agosto 2017 8:36 | Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2017 8:36
Soldati circondati dagli immigrati per impedire un fermo: urla, spintoni e paura a Napoli

Soldati circondati dagli immigrati per impedire un fermo: urla, spintoni e paura a Napoli

NAPOLI – Scontro tra soldati e immigrati a due passi dalla stazione centrale di Napoli. Ore 19 di domenica, via Firenze, angolo via Torino, una pattuglia di militari impegnati nell’operazione “Strade sicure” ferma un immigrato e scatta la rivolta. Tutto documentato in un video. Due minuti e tre secondi di violenza urbana. Nel video si vede un uomo a terra (secondo alcuni testimoni una persona con problemi psichici o sotto l’effetto dell’alcol) e i militari che lo controllano. Sullo sfondo un negozio senza insegna. Forse una kebabberia o internet point, spiegano i residenti. La scena non appare violenta.

Da quello che si vede dal video i militari stanno chiedendo qualcosa all’uomo e cercano di alzarlo. Alcuni extracomunitari si avvicinano dal lato destro, ma vengono allontanati. Gli uomini in divisa sono cinque e sono armati. Un altro gruppo tenta di avvicinarsi dalla parte sinistra. I militari, mantenendo la calma, cercano di arginarli, si muovono piano, ostentano sicurezza. Ma in pochi secondi gli assalitori diventano troppi.

Le divise, i mitra, la camionetta non sembrano rappresentare un limite. Non c’è un limite. Ed è il caos. Un gruppo di giovani extracomunitari cerca di sottrarre il fermato ai soldati. La tensione è altissima. Urla. Fischi. Spintoni. La telecamera inquadra la scena come in un film, dall’alto. Sono passati solo trenta secondi e i militari sono accerchiati da almeno 30 persone.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other