Londra, soldato ucciso a colpi di machete. “Attentato, urlavano Allah è grande”

Pubblicato il 22 Maggio 2013 19:52 | Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2013 0:38
Londra soldato ucciso in strada a colpi di machete matrice islamica

Londra, soldato ucciso in strada a colpi di machete. Attentato di matrice islamica

LONDRA – Un soldato in servizio è stato ucciso da due uomini a colpi di machete a Londra, nel quartiere di Woolwich, a sud est della città. La notizia choc è stata riportata da Sky News. I due aggressori sono stati feriti dalle forze di polizia che sono subito intervenute sul posto. Il fatto di sangue è avvenuto a pochi metri da una caserma della Royal Artillery, reparto di artiglieria di sua maestà. Sia la polizia di Londra che il governo britannico ritengono che si tratti di un attentato terroristico di matrice islamica.

“Tutti gli elementi dicono che è un attacco terroristico”, ha detto il premier britannico, David Cameron, nel corso di una conferenza stampa congiunta a Parigi con il presidente francese Francois Hollande.

Fonti investigative citate dall’agenzia Reuters hanno confermato a tarda il verosimile legame con la Nigeria dei due sospetti responsabili.

Numerosi testimoni riferiscono che il soldato sarebbe stato decapitato dai suoi aggressori. I due uomini, presumibilmente integralisti islamici, lo avrebbero ucciso dopo averlo immobilizzato.

Secondo un testimone, citato da Sky News, il militare ucciso indossava una t-shirt dell’associazione di volontariato ‘Help for Heroes’, che aiuta i militari feriti in battaglia. La polizia di Londra ha affermato che i due aggressori avrebbero cercato di filmare l’assassinio e avrebbero invitato anche alcuni testimoni presenti sulla scena a fotografare l’omicidio al grido di “Allah Akbar” (Allah è grande, ndr).

L’arrivo degli agenti ha poi fermato lo scempio: i due aggressori sono stati colpiti e portati in ospedale. Il premier David Cameron ha convocato il Comitato di crisi del governo il cosiddetto Cobra, una prassi che si segue solo nei casi che possono avere implicazioni con la sicurezza nazionale.