YOUTUBE Beppe Grillo canta brano dei Blues Brothers a Imola

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Ottobre 2015 9:04 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2015 9:04
YOUTUBE Beppe Grillo canta brano dei Blues Brothers a Imola

Beppe Grillo canta brano dei Blues Brothers a Imola

IMOLA – Un Beppe Grillo in versione blues a #Italiaa5Stelle. Il comico genovese ha riarrangiato (cantando e suonando alla tastiera) “Everybody needs somebody to love“, un classico scritto da Bert Berns, Solomon Burke e Jerry Wexler e fatto conoscere al grande pubblico dai Blues Brothers nell’omonimo film. Si è chiuso così l’intervento di Grillo al maxi raduno di Imola del Movimento 5 Stelle.

Il momento più importante dell’intervento di Grillo è stata questa promessa: “Io ho un sogno, voglio togliere Beppe Grillo dal simbolo, perché il movimento diventerà vostro”.

Grillo ha anche attaccato il Pd sul tema delle comunali: “Marino era un Fantozzi, un borghese piccolo piccolo, hanno tenuto De Luca e mandato via Marino, perché dietro De Luca non ci sono solo gli elettori, si sa chi c’è dietro a De Luca”.

Quello di Grillo è stato un breve intervento, di una ventina di minuti circa, carico di richiami e pieno zeppo di battute, ma poco “politico”. La parte politica l’ha lasciata tutta a Gianroberto Casaleggio, “lui è il guru, io sono l’elevato”, ha scherzato. Non ha affrontato il tema della candidatura a premier, limitando a fare una battuta su Di Maio: “Ora lo vedete così, è una macchina da guerra, ma quando lo abbiamo preso parlava come Bassolino”.

“Ci dicevano non ce la farete mai – ha detto – ma l’utopia non bisogna mai perderla di vista. Abbiamo bisogno di una visione nuova del mondo, perché noi non ci adattiamo a questo mondo, io voglio sognare in grande e se sogniamo tutti insieme i sogni diventano realtà”.

Poi ha concluso con uno dei soliti attacchi ai giornalisti: “Vengono fuori da casa mia e aspettano ore per guadagnare cinque euro, a volte mia moglie li fa entrare in casa per andare in bagno: pisciano a casa mia e poi con i loro articoli mi fanno un culo così…”.