Camusso: “Risolvere il tema degli esodati. Riforma senza salvaguardia”

Pubblicato il 8 Giugno 2012 14:45 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2012 15:07

BRESCIA – ”Va risolto il tema di coloro che sono stati lasciati in mezzo alla strada da una riforma delle pensioni fatta senza norme di salvaguardia” ha dichiarato Susanna Camusso sul tema degli esodati. ”Noi non ci rassegniamo al fatto che il nostro Paese abbia una riforma delle pensioni che non si misura con il tema della qualita’ del lavoro e delle sue difficolta”’ ha aggiunto, ricordando come i temi pensioni e lavoro siano strettamente legati.

”La riforma del mercato del lavoro non solo non crea dei posti di lavoro – ha aggiunto -, ma fatta cosi’ sul piano degli ammortizzatori ci rende piu’ difficile attraversare questa stagione di crisi. Sul piano dell’ingresso si e’ fatto troppo poco per una riduzione della precarieta’, per questi bisogna modificarla”.

”Se non ci sono le condizioni per fare una riforma ragionevole si puo’ anche archiviare la riforma del mercato del lavoro. Non e’ obbligatorio fare per forza dei danni”.

A margine della inaugurazione della festa della Cgil a Brescia, Camusso ha detto: ”Non abbiamo sentito una voce precisa da parte della Regione Lombardia a fianco delle persone terremotate, non si puo’ dire che l’emergenza terremoto sia stata la priorita’ nella testa del presidente Formigoni”.  ”Ora l’attenzione – ha proseguito – va spostata sulla ricostruzione economica e psicologica di quelle aree, ma c’e’ una sproporzione tra la qualita’ di intervento in Emilia e in Lombardia, nel Mantovano”.