Centro destra diviso? Gasparri: “Ballottaggio Renzi – Grillo possibile”

Pubblicato il 6 Giugno 2015 7:10 | Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2015 22:23
Centro destra diviso? Gasparri: "Ballottaggio Renzi - Grillo possibile

Maurizio Gasparri:Se il centro destra on resta unito, si finirà col ballottaggio fra Renzi e Beppe Grillo

ROMA – L’unità di tutti è la chiave che potrà portare il centro destra di nuovo al governo, secondo Maurizio Gasparri, vice presidente del Senato, che da tempo ne è convinto assertore. Occorre, sostiene, trovare “unità del centrodestra, posto che allo stato la legge elettorale prevede il premio alla lista che arriva prima”.

Gasparri ha anche criticato le “scissioni tardive ed inutili”, lodato le “positive uscite dalla maggioranza come quelle dei Popolari per l’Italia” ha aggiunto:

“Il mondo del centrodestra è colto da numerose dinamiche, alcune assolutamente inutili se non deleterie”. Il rischio è “lasciare campo libero ad un eventuale ballottaggio tra il calante Matteo Renzi e il delirante Beppe Grillo”.

“Forza Italia, in attesa che cessino queste dinamiche, in alcuni casi assolutamente ridicole e prive di prospettive, deve pensare a se stessa”.

Per Maurizio Gasparri la destra deve

“rilanciare un’iniziativa, su temi chiari ed identitari: economia e fisco, sicurezza e immigrazione, scuola, difesa di un blocco sociale. Intanto pensiamo a recuperare terreno e consenso, visto che né Forza Italia né l’area di centrodestra sono uscite perdenti dalle elezioni regionali. I voti in qualche caso si sono ridistribuiti all’interno della stessa area, in molti casi sono rimasti alla finestra nella crescente area del non voto”.

“Rimboccarsi le maniche e lavorare, poi il resto, cioè l’inevitabile confronto nell’area di centrodestra, arriverà”.