Città del Messico/ Alessandro Furlan è stato ucciso. Ha reagito ad una tentata rapina su di un autobus. L’uomo viveva da cinque anni nella capitale messicana

Pubblicato il 17 Agosto 2009 15:41 | Ultimo aggiornamento: 17 Agosto 2009 16:01

Gli hanno sparato quattro minorenni  sul bus. Alessandro Furlan, un pensionato italiano delle ferrovie da cinque anni residente a Città del Messico è stato ucciso da un gruppo di quattro rapinatori, tutti minorenni con un’età compresa tra i 14 e 16 anni, che hanno cercato di rapinarlo a bordo di un autobus nella capitale messicana.

Secondo quanto riportato, Furlan, che aveva 57 anni è rimasto ucciso da un colpo d’arma da fuoco al torace sparato da uno dei delinquenti, che ha inoltre ferito un altro passeggero, una ragazza di 14 anni. Il pensionato si era opposto all’aggressione, gridando che era armato, fatto che ha provocato la reazione di uno dei quattro delinquenti. Tutti i quattro sono poi scesi dall’autobus e fuggiti a bordo di un auto.