Influenza suina/ Il virus non è cattivo, per ora. Meglio di una influenza normale. Parola di Fazio, vice ministro. Ma da ottobre si vedrà

Pubblicato il 2 Maggio 2009 16:10 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2009 15:55

Il virus dell’influenza ‘A’ è molto blando, con una sintomatologia addirittura più leggera di quella della normale influenza. Lo ha assicurato il sottosegretario alla Salute, Ferruccio Fazio, dopo la notizia del primo caso italiano. Ne dà notizia l’agenzia di stampa Agi.

«Non siamo preoccupati per la salute degli italiani», ha detto Fazio, «e crediamo che se per assurdo la nuova influenza prendesse il posto della normale influenza stagionale farebbe molti meno morti dei circa tremila che si contano ogni anno per la stagionale». I rischi, semmai, «sono per l’economia e per una ipotetica mutazione del virus».

Particolare attenzione, inoltre, sulla possibilità che «il virus si sovrapponga all’influenza normale, con una co-circolazione dei due virus che potrebbe aggravare il quadro». Tuttavia, ha rassicurato Fazio, «fino a ottobre non dovremmo avere la stagionale, abbiamo il tempo per preparare un vaccino prima che i due virus si sovrappongano».

Allo stato attuale, la blanda sintomatologia non rende neanche indispensabili i farmaci antivirali già disponibili: «In una patologia così leggera», ha spiegato, «l’antivirale non è neanche consigliato, lo dico da medico. L’uso degli antivirali è stato anche troppo enfatizzato».