Maltempo, gelo e bufere al centro-sud. In Toscana allerta neve

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Gennaio 2015 12:15 | Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2015 12:15
Maltempo, gelo e bufere al centro-sud. In Toscana allerta neve

Nevicata ad Arezzo

ROMA – Scuole chiuse ad Arezzo e Siena per la neve. Imbiancata anche l’Umbria. Venrdì 30 gennaio due feriti a Roma per il crollo di alberi e un volo Madrid-Ciampino è stato dirottato su Pescara per il vento. Citicità rossa in Basilicata. Nel salernitano decine di famiglie evacuate per l’esondazione del Sele.

Il rischio neve cresce in tutta la Toscana e la sala operativa della protezione civile ha emesso una nuova allerta meteo con previsione di nevicate dalle 10 fino alle 24 di oggi, 31 gennaio. Ad Arezzo e a siena le scuole sono chiuse per la neve, mentre la coltre bianca copre anche l’Umbria. Ieri una bufera si è abbattuta sull’autostrada A1 che è stata chiusa a lungo vicino ad Arezzo. E’ nevicato anche a Firenze e in molte altre zone della Toscana, dove anche un forte vento di libeccio ha sferzato la costa. La neve scenderà sulle colline nelle regioni centrali e in Toscana anche oggi si prevedono nevicate al di sopra dei 400-700 metri.

Tempo instabile in gran parte del centro-sud una vasta depressione atlantica fa perdurare le condizioni di tempo instabile su gran parte del centro-sud e del nord-est. La protezione civile ha lanciato un preallerta neve in varie zone del Lazio dove ieri il forte vento ha causato molti problemi: a Roma due uomini sono rimasti feriti per il crollo di alcuni rami, mentre il volo Madrid-Ciampino che sarebbe dovuto atterrare nella capitale alle 15.25 di ieri è stato dirottato sull’aeroporto di pescara.

Per il forte vento anche in Campania vento e pioggia hanno creato molti problemi. A Giugliano (Napoli) ieri è stata sfiorata una tragedia dopo che una maestra di una scuola elementare è stata colpita da un albero. Lo straripamento del fiume Sele ha causato l’evacuazione di decine di famiglie, mentre i collegamenti nel golfo di Napoli sono interrotti dalle 6,30 della mattina di ieri.

Temporali con forti raffiche di vento sono attesi in Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata criticità rossa per rischio idrogeologico localizzato su buona parte della Basilicata e arancione per rischio idraulico sulla parte restante.