Camorra, video e lettera al boss: “Uccidi il marito della mia amante”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2015 11:50 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2015 12:00
Camorra, video e lettera al boss: "Uccidi il marito della mia amante"

Camorra, video e lettera al boss: “Uccidi il marito della mia amante”

NAPOLI – Un video e una lettera. Nel video si vede (scrive il Corriere della Sera) un uomo, Salvatore Fiore, salire su un ciclomotore con la pistola nella tasca e dirigersi verso il suo obiettivo: un uomo da uccidere. Nella lettera, scritta dallo stesso Fiore e ritrovata dagli investigatori in un cesto di biancheria sporca in carcere, c’è la richiesta di un altro omicidio. L’uomo, nel frattempo arrestato,  si rivolge a un boss e chiede che  venga ucciso Giorgio Scarrone, incensurato, marito della sua amante.

Una vendetta trasversale. Fiore ora è collaboratore di giustizia e di omicidi ne ha confessati ben quattro. In quella lettera si rivolge al boss Pietro Papale e scrive:

“Caro fratello, il problema è questo infame, il marito di Anna, che tu già sai tutto! Mi riferisco al cornuto, caro Pietro, è arrivato il momento di levarmelo dalle p… perché questo infame sta facendo di tutto per darmi fastidio. Comunque Pietro, parlando senza andare oltre, io a questo lo voglio che scivola su una buccia di banana. E questo favore che tu fai a me io non lo dimentico. Però voglio che lo sappiamo solo io tu e mia mamma, che lei sarà a tua disposizione per farlo cadere sulla buccia di banana”.

La lettera pubblicata dal sito del Corriere della Sera: clicca qui

Il video: