Funerali Raffaella Carrà, lunghi applausi all’uscita del feretro dalla chiesa VIDEO

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 9 Luglio 2021 15:19 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2021 15:19
Funerali Raffaella Carrà

Funerali Raffaella Carrà, lunghi applausi all’uscita del feretro dalla chiesa (foto ANSA)

Applausi e un canto collettivo da parte della folla che scandisce le parole di alcune delle canzoni più famose di Raffaella Carrà, hanno accolto l’uscita del feretro dell’artista al termine dei funerali a Santa Maria in AraCoeli a Roma. Il feretro è rimasto oltre venti minuti sul sagrato per permettere alla lunga fila di parenti e amici di dare l’ultimo bacio, l’ultima carezza alla semplice bara con le spoglie di Raffaella. Poi la partenza, con il carro funebre scortato dagli agenti di Roma Capitale e ancora tanti tantissimi applausi.

In chiesa, per i funerali c’erano anche la sindaca di Roma Virginia Raggi con Sergio Japino, compagno di una vita della 78enne, i familiari, e tanti colleghi e vip.

Raffaella Carrà, i funerali alla Basilica di Santa Maria in Aracoeli a Roma

“Il dolore è tanto, la retorica sarebbe una facile scappatoia, ma Raffaella ci salverà dalla retorica, lei è stata tante cose ma retorica mai”. Frate Simone Castaldi ha introdotto così la cerimonia funebre per Raffaella Carrà- E ha aggiunto: “Chissà se ci si rende conto di quanto sono importanti gli artisti, quanto fanno bene alla gente. In cielo sarà una festa ritrovarsi tutti insieme e proprio perché sarà una festa, sono sicuro che troveremo Raffaella lì, in prima fila”.

Le parole di Virginia Raggi ai funerali di Raffaella Carrà

“Grazie Raffaella”. La sindaca di Roma Virginia Raggi comincia così il suo saluto a Raffaella Carrà “Parole semplici che ci uniscono, siamo tutti qui a salutarti, inchiesa, in piazza, nelle case”. Raffaella, dice la sindaca di Roma “riusciva a parlare a tutti anche i più semplici, un’icona che ha varcato i confini nazionali, uno straordinario successo, il suo, dovuto ad un talento innato che accompagnava con una puntualità e una precisione del lavoro e dello studio e un ingrediente segreto, un grande carisma, la capacità di trascinare e travolgere tutti quelli che lavoravano con lei o che semplicemente la guardavano in tv. Credo che tutti possano concordare su un aggettivo per lei, indimenticabile, Roma era diventata la sua città e noi romani non la dimenticheremo. Ciao Raffaella, grazie per quello che hai fatto e che ci hai lasciato”.

(fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev)