Napoli, ambulanza bloccata da auto in sosta selvaggia: paziente muore VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Dicembre 2014 10:12 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2014 10:12
Napoli, ambulanza bloccata da auto in sosta selvaggia: paziente muore VIDEO

Un frame del video

NAPOLI – Un uomo viene colpito da infarto in un’abitazione del centro storico di Napoli. L’ambulanza si trova in zona ed impiega solo 9 minuti a recarsi sul posto, un tempo buono per una città come Napoli. A questo punto però, succede la tragedia: l’ambulanza non riesce a passare tra le auto in sosta selvaggia e l’uomo a bordo, un cinquantenne, muore.

Probabilmente l’uomo non ce l’avrebbe comunque fatta. Ma resta il fatto che l’ambulanza è rimasta bloccata tra le auto in sosta. Il filmato, rilanciato su Facebook e pubblicato dal Mattino, racconta la disperazione di una moglie che urla nella notte. La donna chiede aiuto e bussa ai portoni, per implorare di spostare le auto lasciate in sosta, affinché possa passare l’ambulanza che dovrà soccorrere suo marito.

I momenti di angoscia sono stati ripresi da un telefonino. Il video, dopo essere stato postato in Rete ha scatenato centinaia di commenti. Come racconta Il Mattino 

“C’è chi critica «quei delinquenti camorristi che lasciano la macchina dove capita», chi racconta esperienze personali. Chi esorta a denunciare all’autorità giudiziaria.(…) In strada ci sono decine di residenti che, insieme con la moglie dello sventurato, si sono attivati per cercare i proprietari delle vetture parcheggiate in modo scriteriato. Purtroppo è tardi: il cuore del cinquantenne ha smesso ormai di battere. Le urla di dolore e di rabbia dei familiari, dei vicini, vengono ripresi da una finestra. E postate su fb. L’equipaggio dell’ambulanza non può fare altro che decretare il decesso e andare via. L’episodio dell’altra sera riapre la questione della sosta selvaggia nei vicoli del centro storico. Ripropone il problema degli ostacoli nei quali si imbattono i mezzi di soccorso quando vengono chiamati per un intervento”.