--

Golden Globe Laura Pausini candidata per le musiche con “Io sì/Seen”. Sophia Loren non c’è

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Febbraio 2021 18:09 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2021 18:09
Laura Pausini candidata ai Golden Globe

Golden Globe, Laura Pausini (nella foto Ansa) candidata con “Io sì/Seen”. Sofia Loren non c’è

Laura Pausini candidata per le musiche: Due candidature per La vita davanti a sé  (The Life ahead), il film di Edoardo Ponti ai Golden Globe: gareggerà come miglior film in lingua straniera e per le musiche, mentre l’attesa nomination alla protagonista Sophia Loren non c’è.

Golden Globe, Laura Pausini candidata con “Io sì/Seen” 

Laura Pausini è candidata con il brano “Io sì/Seen”, original song del film originale Netflix prodotto da Palomar, basato sul romanzo di Romain Gary, frutto della collaborazione di Laura Pausini con Diane Warren e Niccolò Agliardi.

La cantante è in lizza nella categoria Miglior canzone originale. La cerimonia di premiazione è fissata per il prossimo 28 febbraio a Los Angeles.

Golden Globe, il commento della Pausini

La Pausini già annovera nel suo palmares un Grammy Award e quattro Latin Grammy Awards. Recentemente ha vinto l’Hollywood Music in Media Awards sempre con questo brano.

A proposito della sua candidatura commenta: “Ogni traguardo che conquista “Io si/Seen” è per me sempre una grande emozione, una scossa dritta al cuore. Ricordo la prima volta che ho sentito il pezzo quando Diane me l’ha proposto”.

Ho sentito una connessione con quelle note, un legame immediato che quando scatta ti fa capire che sta succedendo qualcosa di speciale”.

“Ho creduto fin da subito in questo brano, in questo film e nel messaggio che entrambi portano e ho voluto lavorare personalmente al testo in italiano insieme a Niccolò Agliardi per trasmetterne integralmente lo spirito”.

“Ottenere oggi una nomination ai Golden Globes come Miglior canzone originale è un’emozione per me indescrivibile e ancora una volta un onore poter rappresentare l’Italia nel mondo”.

“Ringrazio Diane Warren, Edoardo Ponti e Bonnie Greenberg per aver reso possibile tutto ciò”.

Golden Globe, Netflix domina con 42 nomination

A dominare in maniera assoluta in questa edizione dei Golden Globe che sarà per al prima volta virtuale causa pandemia, accanto a La vita davanti a sé, in nomination come miglior film straniero c’è anche Filippo Meneghetti con il suo Two of Us. Il regista, italiano, vive a Parigi.

Nella categoria Miglior regista, ci sono tre donne: Emerald Fennell, Regina King e Chloe Zhao. E’ la prima volta che accade.

Due nomination per Music, il primo film della cantante Sia.

Il film che, nella categoria cinema, ha ottenuto più candidature è The Mank di David Fincher: 6 nomination per lui (tra cui le più importanti).

Sei anche le candidature conquistate da The Crown.

Lily Collins trionfa invece con Emily in Paris. Chadwick Boseman ha la nomination postuma per Ma Rainey’s Black Bottom.