Cinema, Woody Allen: “Tutta la verità su Carla Bruni”

Pubblicato il 23 Novembre 2010 18:21 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2010 21:29

Woody Allen

Midnight In Paris di Woody Allen potrebbe aprire il prossimo Festival di Cannes. ”Rumors. La commissione non l’ha nemmeno ancora visto”, dice il regista a Vanity Fair in edicola domani. Si dice che Carla Bruni, che nel film ha una piccola parte, farà il tappeto rosso. Sarebbe l’evento mondano dell’anno. Precisa: ”Non e’ vero che ho fatto 37 ciak perche’ Carla non funzionava. Ne ho fatti meno della meta’, il necessario per quel piccolo ruolo. Non e’ vero che il marito di Carla Bruni e’ venuto sul set e si e’ arrabbiato perche’ non gli e’ piaciuto quello che ha visto”.

Si parlo’ di una scenata di gelosia perche’ l’avrebbe vista troppo in intimita’ con Owen Wilson, il protagonista maschile. ”Scemenze. Sarkozy e’ stato li’, mentre giravamo una scena, ed era entusiasta”. Hanno scritto anche che lei avrebbe tagliato alcune scene e le avrebbe sostituite con altre, con un’altra attrice. ”Falso anche questo. E comunque, ripeto, e’ un ruolo piccolissimo, e’ una guida turistica. L’ho scritto per Carla ma, se lei non avesse accettato per qualche ragione, lo avrei fatto fare a un’altra”.

Si’, ma perche’ Carla Bruni? ”Perche’ un giorno ero a Parigi con mia moglie e, gentilmente, i Sarzoky ci invitarono per un breakfast. Una cosa molto informale, parlammo soprattutto di cinema. Io ho chiesto a Carla se avesse mai pensato di fare l’attrice. Lei ha detto di no e allora io le ho proposto di fare questa apparizione nel mio film e lei mi ha risposto che lo avrebbe fatto volentieri, perche’ le piaceva l’idea di un film da mostrare in futuro ai suoi nipotini”.