Regno Unito, realizzata in 3D la prima lingua umana artificiale

di Caterina Galloni
Pubblicato il 1 Novembre 2020 16:38 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2020 17:27
Inghilterra, realizzata in 3D la prima lingua umana artificiale

Inghilterra, realizzata in 3D la prima lingua umana artificiale (foto archivio Ansa)

La prima lingua umana artificiale è stata realizzata in 3D dall’University of Leeds e di Edimburgo.

Realizzata in 3D la prima lingua umana artificiale. I ricercatori dell’University of Leeds (Inghilterra) e di Edimburgo (Scozia), hanno stampato il complesso muscolo del nostro corpo in silicone sintetico che riproduce l’elasticità, la topologia e la “bagnabilità”.

Queste caratteristiche determinano il modo in cui saliva e cibo interagiscono con la lingua. I ricercatori sperano, attraverso la superficie artificiale, di raccogliere informazioni su come la lingua influisce sul modo in cui mangiamo e parliamo.

Per creare la lingua biomimetica, il team ha preso le impronte in silicone dalle lingue di 15 adulti. Hanno quindi scansionato i negativi per mappare i piccoli dettagli e stampato la lingua in 3D utilizzando modelli matematici e simulazioni al computer.
 
Michael Bryant, coautore dello studio ha affermato che la realizzazione delle superfici della lingua aiuterà a semplificare la ricerca e lo sviluppo per l’igiene orale, i prodotti alimentari e le tecnologie terapeutiche”.

L’aspetto negativo della lingua artificiale è che non sente i sapori.

“Ricreare la superficie di una lingua umana media comporta sfide uniche”, ha spiegato Efren Andablo-Reyes, autore principale dello studio pubblicato sulla rivista ACS Applied Materials & Interfaces.

“Centinaia di papille gustative conferiscono alla lingua la consistenza ruvida che in combinazione con la natura morbida del tessuto, da una prospettiva meccanica crea delle complicazioni”.

 
(Fonte: futurism.com)