Baby boom in Spagna: parto anticipato per ottenere gli incentivi statali

Pubblicato il 29 Dicembre 2010 11:52 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2010 11:52

La Spagna è oggetto di un’inattesa impennata nelle nascite di cui la crisi economica ne è la causa. Le madri spagnole che hanno superato gli otto mesi e mezzo di gravidanza stanno (ri)correndo alle cliniche private per partorire entro il 31 dicembre. Il Motivo? A partire dal 2011 non sarà più possibile usufruire dei 2500 euro di incentivo statale per ogni nuovo nato, che furono introdotti nel luglio 2007.

La clinica madrilena Belen, che ogni anno registra 3000 parti, ha confermato le richieste di molte donne di partorire entro il nuovo anno. L’afflusso alla clinica è stato tale che sotto le feste è stato necessario aumentare le presenze del personale.

[gmap]