Boris Johnson: quarantena obbligatoria di 3 mesi per 1,5 mln di anziani malati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Marzo 2020 9:16 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2020 9:59
Boris Johnson: quarantena obbligatoria di 3 mesi per 1,5 mln di vecchi e malati

Il premier britannico Boris Johnson (Ansa)

Boris Johnson: quarantena obbligatoria di 3 mesi per 1,5 mln di vecchi e malati

Il premier britannico Boris Johnson (Ansa)

ROMA – Boris Johnson ha formalizzato ieri la direttiva del governo britannico che impone la quarantena obbligatoria di 12 settimane per circa 1,5 milioni di soggetti considerati vulnerabili. Cioè anziani e malati cronici, contattati nelle ultime ore da un avviso del sistema sanitario nazionale (Nhs).

A tutti è stata promessa assistenza, visto che – per loro tutela – non potranno uscire neppure per la spesa. Il premier ha parlato della necessità delle restrizioni “senza precedenti” adottate, come le chiusure dei locali, per “rallentare” i contagi e “salvare migliaia di vite umane”.

Il governo Johnson sta completando l’inversione a U nella strategia di contenimento del contagio, dal laissez faire iniziale che, cinicamente, prevedeva il sacrificio inevitabile dei più vecchi in vista del raggiungimento dell’immunità di gregge. 

Ma il Paese reale resta sempre un passo avanti rispetto al governo. Si moltiplicano infatti le chiusure a tempo indeterminato di catene di negozi e grandi magazzini non coinvolti dalle restrizioni di Johnson.

Fra gli ultimi annunci, quella della catena di abbigliamento a buon mercato Primark, che ha sbarrato tutti e 189 i suoi punti vendita rimasti aperti, mandando temporaneamente a casa 37.000 fra dipendenti e collaboratori. (fonte Ansa)