Bronte Doyne morta di cancro a 19 anni. Medici le dicevano: “Basta con Google”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2015 9:24 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2015 9:24
Bronte Doyne morta di cancro a 19 anni. Medici le dicevano: "Basta con Google"

Bronte Doyne morta di cancro a 19 anni. Medici le dicevano: “Basta con Google”

ROMA – Per i medici era tutto a posto: l’intervento era riuscito e il cancro era stato debellato. Ma Bronte Doyne, 19 anni, di Nottingham in Inghilterra, continuava a stare male. E per questo, come fanno in tanti, su internet ha cercato una risposta a che cosa volessero dire i suoi sintomi. E’ tornata dai medici che semplicemente le hanno detto di “smetterla di cercare informazioni su Google”. E alla fine, sei mesi dopo, Bronte è morta. Del male particolare e raro che aveva trovato su internet, un  carcinoma epatocellulare fibrolamellare.

La tremenda storia di Bronte la racconta il Telegraph ed è una storia di assurda assenza di sensibilità dei medici. Quelli dell’ospedale di Nottingham che per mesi hanno ignorato il malessere della giovane, considerandola non una persona in difficoltà ma una ipocondriaca da contenere, salvo poi scusarsi con un comunicato in cui l’ospedale spiega di aver capito che è ora di entrare nell’era digitale.

Bronte aveva una forma rara di tumore. E per documentarsi non era andata su siti improbabili dove utenti anonimi consigliano rimedi fatti in casa. Era finita sul sito della fondazione che si occupa del carcinoma fibrolamellare. I sintomi corrispondevano. Nessuno l’ha ascoltata né ha ascoltato la sua famiglia. Quando si è presentata in ospedale i medici, racconta la famiglia, non l’hanno neppure voluta visitare. Salvo poi ricoverarla 10 giorni prima della sua morte. Troppo tardi per fare qualsiasi cosa.

5 x 1000

La mamma di Bronte racconta cosa è accaduto: