Arrestato in Romania Ciolini, condannato per depistaggio sulla strage di Bologna

Pubblicato il 5 settembre 2012 22:53 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2012 22:53

BUCAREST – E’ stato arrestato in Romania Elio Ciolini, 61 anni, condannato a 9 anni per calunnia per aver depistato le indagini sulla strage di Bologna. E’ stato fermato dalla polizia romena con addosso un documento falso che lo identificava come Gino Bottoni, di Ferrara. Su di lui un ordine di custodia cautelare per manipolazione del mercato emesso nel gennaio 2011.

Ciolini è una vecchia conoscenza. Ecco quello che scrive il Corriere della Sera:

E’ accusato, insieme con l’agente Fifa Vinicio Fioranelli e l’operatore finanziario Flik Volker, già arrestati qualche giorno fa, di associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione di titoli falsi. D’altra parte Ciolini è una vecchia conoscenza dell’Arma: condannato a 9 anni per calunnia per aver depistato le indagini sulla strage di Bologna, con il coinvolgimento, secondo lui, della fantomatica «Loggia Montecarlo», una costola della P2. E aveva annunciato nel ‘92 un possibile golpe con attentati a Giulio Andreotti e a Giuliano Amato, allora presidente del Consiglio e vicesegretario del Psi. E qualche anno dopo disse che anche Silvio Berlusconi era nel mirino di attentatori. All’epoca Andreotti lo definì «pataccaro recidivo», ma dopo le sue rivelazioni scattarono indagini e accertamenti in mezza Italia.