“Hayat Boumeddiene è in Siria”. Francia prepara la marcia blindata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Gennaio 2015 18:01 | Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2015 18:15
"Hayat Boumeddiene è in Siria". Francia prepara la marcia blindata

“Hayat Boumeddiene è in Siria”. Francia prepara la marcia blindata

PARIGI – Era nel market della strage ed è fuggita. Anzi no. Non c’è mai stata ed è in fuga in Francia. Anzi no. E’ in Siria. Forse. E’ sempre più fitto il mistero intorno Hayat Boumeddiene, la donna, la quarta terrorista che sarebbe collegata ai fratelli killer e compagna di Amedy Coulibaly, l’autore del sequestro strage nel minimarket.

Da ieri sera sono migliaia i poliziotti che la cercano in Francia. Ora,  secondo la radio Europe 1, che cita informazioni confidenziali, Hayat Boumeddienne non si troverebbe in Francia ma in Siria, dov’è arrivata nei primi giorni di gennaio dalla Turchia.

La compagna di Amedy Coulibaly, spiega la radio, ha preso il 2 gennaio un volo Madrid-Istanbul in compagnia di un francese noto ai servizi di sicurezza. Aveva un biglietto per il volo di ritorno il 9 gennaio, ma non si sarebbe presentata all’aeroporto.  Anche la radio Rtl, citando fonti proprie, conferma l’informazione, aggiungendo che la Boumeddienne sarebbe stata vista attraversare la frontiera turco-siriana l’8 gennaio.

In attesa di sapere dove sia davvero Hayat la Francia si prepara alla grande manifestazione per la libertà prevista domenica per Parigi. Ci saranno tutti i leader politici europei, oltre a milioni di francesi. Non ci sarà, non invitato, il Fronte Nazionale di Marine Le Pen e di quel Jean Marie Le Pen che oggi si è distinto dicendo di “non essere Charlie Hebdo”.

Previste imponenti misure di sicurezza, in una città che dopo il terrore, è ancora lontanissima dalla normalità. Oggi ci sono stati due falsi allarmi, a Eurodisney e in una sinagoga. Sinagoghe che oggi sono tutte chiuse. L’ultima volta che è accaduto in Francia c’era l’occupazione nazista.

Domani, in ogni caso,  saranno prese “misure del tutto eccezionali per garantire la sicurezza della manifestazione” di domani a Parigi. Lo afferma il ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve, ricordando che saranno presenti “numerose personalità straniere”. Per l’evento sono mobilitati 2000 poliziotti e 1350 militari, a Parigi e nella regione limitrofa.

Vista la grande affluenza prevista, ha spiegato il ministro, saranno “messi in sicurezza” due percorsi diversi che collegano la place de la Republique alla place de la Nation, punto di arrivo e partenza del corteo.

Lungo il percorso “dei cecchini saranno collocati sugli edifici”, e saranno presenti 24 unità della riserva nazionale e 20 della brigata anti criminalità della polizia di Parigi, oltre a 150 agenti in borghese. Sarà vietato parcheggiare lungo tutto il perimetro di entrambi i percorsi