Isis, bandiera nera e minacce: hackerato wi-fi metro Mosca

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Novembre 2015 6:50 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2015 1:45
Isis, bandiera nera e minacce: hackerato wi-fi metro Mosca

Isis, bandiera nera e minacce: hackerato wi-fi metro Mosca (foto di repertorio)

MOSCA – Una bandiera nera dell’Isis e minacce di attacchi terroristici alla metropolitana di Mosca. E’ quello che è comparso su alcuni cellulari dei passeggeri che hanno tentato di connettersi al wi-fi gratuito della metro della capitale, stando al titolare della compagnia che gestisce la rete, Boris Volpe, che ha chiesto al ministero dell’Interno di aprire un’indagine. Secondo Volpe non ci sarebbero stati attacchi diretti alla rete, ma è probabile che sia stata creata una rete parallela a quella ufficiale.

“Nel caso in cui ci fosse stato un intervento diretto nell’attività della rete wi-fi mosmetro-free – ha spiegato Volpe – allora l’immagine della bandiera sarebbe stata mostrata a tutti gli utenti della rete wi-fi”, che sono circa un milione di persone al giorno. Il simbolo dell’Isis e le minacce, invece, sono apparsi su un numero limitato di dispositivi.

Il motivo dell’attacco è facilmente intuibile: la Russia ha dichiarato guerra all’Isis e questo ha già provocato numerose vittime: oltre 200 sono stati i morti russi deceduti in seguito all’esplosione del volo Metrojet partito da Sharm el Sheikh. Dal canto suo, il Cremlino sta pubblicando da alcuni giorni le foto degli obiettivi sensibili bombardati in Siria. Si tratta soprattutto di pozzi petroliferi e di postazioni considerate cruciali per gli uomini del sedicente Stato Islamico nel territorio siriano.